Crisi del latte, gli assalti alle cisterne non si fermano

crisi del latte
Le proteste nella fase più calda della crisi del latte
In Sardegna autocisterne delle cooperative prese d’assalto da uomini incappucciati. Alla vigilia del vertice di Roma il presidente dell’Alleanza Giorgio Mercuri afferma: «La questione va affrontata come un problema di mercato»

Alla vigilia del nuovo Tavolo convocato al Ministero delle politiche agricole per risolvere la complessa crisi del latte ovino in Sardegna, questa notte un’auto cisterna di una delle più grandi cooperative dell’isola, la CAO di Oristano, 1000 soci allevatori, è stata letteralmente assaltata da 5 uomini incappucciati che hanno obbligato il conducente a sversare in strada 14.000 litri di latte.

crisi del latte
Giorgio Mercuri

“Si tratta di episodi – dice Giorgio Mercuri, presidente Alleanza cooperative agroalimentari – che mettono a rischio l’ordine pubblico, oltre a causare gravi danni alle nostre cooperative associate, alle quali va tutta la nostra solidarietà. Chiediamo pertanto il massimo impegno da parte delle forze dell’ordine per tutelare la legalità”.

Allargare l'orizzonte

In merito alla trattativa in corso sulla definizione del prezzo da riconoscere agli allevatori per il latte ovino, il presidente Mercuri commenta: “La questione va affrontata in un’ottica più ampia, che non riguarda la sola questione dell’accordo sul prezzo tra pastori e industriali. Il problema va inquadrato e risolto quale problema di mercato, puntando ad una strategia di internazionalizzazione, che individui nuove opportunità su paesi lontani e sia in grado di diversificare le mete dell’export, oggi troppo circoscritte agli Stati Uniti. Solo così possiamo riuscire a dare certezze di lungo periodo rispetto ad un prezzo che non deve esser solo concordato ma mantenuto”.

Un coordinamento nazionale per il settore ovino

Mercuri ha inoltre annunciato che domani al tavolo latte lancerà la proposta di costituire, in seno all’Alleanza, un coordinamento nazionale del settore ovino che sarà supportato dal coordinamento del settore bovino, a cui parteciperanno le principali realtà cooperative produttrici delle DOP Grana Padano, Parmigiano Reggiano, Trentingrana, che lavoreranno per supportare i cooperatori sardi ad individuare attraverso le loro best practices la strada giusta per garantire reddito nel medio e lungo termine”.

Autocisterna della Cao mentre sversa il latte

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome