Una piattaforma ad hoc per la settimana europea dell’ape

parternariato
Organizzata da martedì 26 a mercoledì 28 giugno nel Parlamento europeo a Bruxelles. La piattaforma ha l'obiettivo di migliorare la raccolta, la gestione e la condivisione dei dati e contribuire così allo sviluppo di un approccio olistico alla valutazione della salute delle api in Europa e oltre.

Nel 2018, la settima edizione di BeeWeek sarà organizzata da martedì 26 a mercoledì 28 giugno e si concentrerà su "Come viene mobilitata la comunità agricola per proteggere le api".

Dal 2012, l'European Bee and Pollination Week si svolge ogni anno nel Parlamento europeo a Bruxelles. Questo incontro è diventato un evento da non perdere e riunisce tutte le parti interessate del settore: membri del Parlamento europeo, rappresentanti delle istituzioni dell'Ue, apicoltori, agricoltori, scienziati, veterinari, produttori, Ong e cittadini. Insieme, scambiano le proposte con le autorità pubbliche per promuovere una catena di apicoltura sostenibile in grado di garantire la sostenibilità del prezioso servizio di impollinazione e le sue conseguenze: servizi ecosistemici, biodiversità, produzione e sicurezza alimentare.

L'edizione 2017 è stata contrassegnata dalla volontà e dall'impegno dell'Efsa di creare una piattaforma per migliorare la collaborazione tra le parti interessate attraverso il dialogo e il rispetto reciproco.

Da allora, un gruppo di soggetti interessati ha lavorato per concordare i termini di riferimento che guideranno il lavoro del partenariato.

Il gruppo era composto da rappresentanti di associazioni di apicoltori, organizzazioni per la conservazione, associazioni di agricoltori, industrie fitosanitarie e veterinarie, nonché valutatori del rischio, scienziati e veterinari.

In vista della prossima settimana delle api è stato messo a punto un documento che delinea i tempi e i temi per la realizzazione del partenariato.

L'obiettivo di Ue Bee Partnership è migliorare la raccolta, la gestione, la condivisione e la comunicazione dei dati per raggiungere un approccio completo alla valutazione della salute delle api in Europa e oltre. Considererà le api mellifere, con il potenziale per la successiva espansione di includere bombi e api solitarie.

Sono stati identificati sei grandi temi di potenziale lavoro, incluso un inventario dei dati sulla salute delle api mellifere, dei calabroni e delle api solitarie. Durante i primi 12 mesi, il partenariato si concentrerà su uno o più di questi sei temi, utilizzando un approccio basato sulla "dimostrazione del concetto".

Vengono presentati i dettagli delle parti interessate e degli osservatori, inclusi ruoli e responsabilità. La DG agricoltura della Commissione ha identificato la necessità di finanziamenti sia a breve che a lungo termine. Viene proposto un approccio graduale al finanziamento, ma con chiare raccomandazioni che sono necessarie risorse a lungo termine. Sono stati definiti i fattori critici di successo. Sono state identificate diverse strategie di mitigazione del rischio e dei rischi, relative al finanziamento, alla riservatezza, al tempo, al coordinamento delle risorse e del progetto e alla motivazione degli stakeholder.

L'obiettivo del partenariato UE delle api è migliorare la raccolta, la gestione e la condivisione dei dati e contribuire così allo sviluppo di un approccio olistico alla valutazione della salute delle api in Europa e oltre. Si concentrerà inizialmente su:

  • Sviluppo di un inventario di dati sulla salute delle api mellifere, dei calabroni e delle api solitarie;
  • Individuare modi per armonizzare la raccolta e la gestione dei dati;
  • Sviluppo di strumenti per la valutazione della salute delle api, per aiutare gli apicoltori, gli agricoltori e altri.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome