Quasi 13 milioni di aiuti ai produttori di pesche e nettarine

pesche e nettarine
Una compensazione finanziaria, diretta ai produttori greci, italiani e spagnoli che non hanno trovato sbocchi di mercato, che sarà retroattiva dal 3 agosto e finanzierà il ritiro dal mercato di 35.020 tonnellate di frutta

Nuovi aiuti ai produttori europei di pesche e nettarine riceveranno alla luce delle difficoltà di mercato affrontate quest’estate. Si tratta di ulteriori 12,8 milioni di € che si aggiungeranno ai 70 milioni di aiuti già forniti prima della pausa estiva (a seguito della proroga sino a fine giugno 2018 delle misure eccezionali anti embargo russo) e serviranno a finanziare il ritiro dal mercato di 35.020 tonnellate di pesche e nettarine. Questa compensazione finanziaria, diretta ai produttori greci, italiani e spagnoli che non hanno trovato sbocchi di mercato, sarà retroattiva e partirà dal 3 agosto.

Nel comunicare il provvedimento il Commissario europeo per l'Agricoltura, Phil Hogan, ha dichiarato: «La nostra attenzione non cala e continueremo a vigilare sulla situazione dei produttori europei che operano in un contesto volatile. La politica agricola comune dispone di diversi mezzi per sostenerli in caso di difficoltà e dimostriamo ancora una volta che la Commissione è vicina agli agricoltori».

Questa decisione verrà pubblicata domani, sabato 9 settembre, sulla Gazzetta ufficiale. I produttori europei di frutta e verdura continueranno a beneficiare di altre misure nel quadro della Pac dell'Ue, come i pagamenti diretti, il finanziamento dello sviluppo rurale e il sostegno finanziario alle organizzazioni dei produttori, per un totale di circa 700 milioni di € l’anno.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome