Terremoto, riparte la scuola di Civitella del Tronto

Con il contributo di Confagricoltura il polo scolastico sarà completamente autonomo dal punto di vista energetico. E' dotato infatti di un impianto fotovoltaico appositamente studiato

Una buona notizia accompagna la riapertura delle scuole. Confagricoltura ha contribuito alla realizzazione, in soli cinque mesi, del nuovo polo scolastico antisismico a Civitella del Tronto, in provincia di Teramo. «La nostra Organizzazione – ha detto il componente della giunta di Confagricoltura, Diana Pallini, in occasione del taglio del nastro della nuova scuola sicura – si è impegnata subito a fronteggiare l’emergenza nelle aree colpite dal sisma e oggi stiamo raccogliendo i primi risultati. Il nostro obiettivo è stato e continua ad essere quello di far sentire tangibilmente, alle popolazioni colpite, la vicinanza del nostro sistema e collaborare per fronteggiare l’emergenza sociale nelle aree devastate».

In particolare, grazie al contributo di Confagricoltura, il polo scolastico sarà completamente autonomo dal punto di vista energetico, con un impianto fotovoltaico appositamente studiato. L’Organizzazione degli imprenditori agricoli, attraverso la propria Onlus, ha individuato quattro azioni solidali e di aiuto concreto alle popolazioni, ognuna del valore di 50mila euro, nelle quattro regioni colpite dal sisma. Dopo Civitella del Tronto, ad Amatrice è in fase di realizzazione un Centro di aggregazione sociale per permettere ai residenti di riprendere una vita quasi normale, mentre stanno partendo quelle per le Marche e per l’Umbria.

«Siamo orgogliosi del concreto aiuto per la ricostruzione alle popolazioni colpite - ha osservato Angelo Santori, segretario nazionale della Onlus di Confagricoltura -, come questa di Civitella del Tronto, che stiamo portando avanti proprio con la nostra ‘Senior – L’Età della Saggezza’. Attraverso le donazioni e il prezioso contributo delle sedi territoriali, abbiamo raccolto, finora, oltre 200mila euro tra fondi 5xmille ed erogazioni liberali. Ma il nostro impegno continua».

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome