Wwoof, sostenibilità e socializzazione

sostenibilità
Image of couple of farmers seedling sprouts in the garden
Le strutture italiane aderenti hanno già ospitato 5.500 volontari

World Wide Opportunities on Organic Farm, o più semplicemente Wwoof, è un movimento mondiale che promuove l’incontro tra realtà rurali e volontari utile a diffondere il principio di sostenibilità ambientale a livello globale.

In Italia, come in altri paesi del mondo, piccole e medie aziende agricole, biologiche e biodinamiche iscritte all’organizzazione, offrono a chiunque sia interessato la possibilità di mettersi in gioco e di collaborare attivamente alla realizzazione delle loro attività. In questo modo i volontari hanno l’opportunità di imparare e di scoprire un nuovo stile di vita, vivendo per un periodo presso una realtà rurale che offre loro un’esperienza educativa.

Il wwoofing è un modo alternativo di coltivare la relazione tra le persone perché permette lo scambio di conoscenze relativo all’agricoltura naturale, la possibilità di mettere in pratica il principio di solidarietà attraverso il volontariato, un modo diverso di soddisfare la propria curiosità e anche di divertirsi.

Chi ospita volontari non lo fa con l’intento di ricercare manodopera gratuita, ma accoglie nuove persone per condividere il proprio stile di vita rispettoso della natura, e per far conoscere un modo sostenibile di rapportarsi con l’ambiente.

Allo stesso modo i volontari offrono il loro aiuto alla realizzazione delle attività rurali con responsabilità e impegno non solo per ricevere in cambio vitto e alloggio, ma per vivere un’esperienza arricchente a livello personale. È con questo fine che legiornate vengono programmate e organizzate, trovando un accordo comune che sia rispettoso sia dei ritmi della realtà agricola ospitante sia delle esigenze dei volontari, e che proponga un buon equilibrio fra impegno e tempo libero.

Presso le strutture italiane che aderiscono all’associazione, il cui numero sul sito Wwoof Italia ammonta a 744, sono stati ospitati 5.500 volontari. Per chi lo voglia, è possibile vivere questa esperienza anche all’estero: 59 sono i paesi sparsi in tutto il mondo dove è presente un’associazione nazionale cui fanno capo numerose aziende agricole. Tuttavia esistono anche paesi dove, sebbene non esista ancora un’associazione nazionale, sono presenti fattorie in cui essere ospitati, chiamate Indipendents, alle quali è dedicato uno specifico sito: http://www.wwoofindependents.org.

Leggi l'articolo completo su Terra e Vita 44/2015 L’Edicola di Terra e Vita

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome