Alessandra Pesce sblocca il piano agrumicolo

riforma della pac e agrumi
Alessandra Pesce
Prima riunione al Mipaaft della filiera agrumi. Entro l’anno il decreto attuativo per l’utilizzo di 10 milioni di euro. Sul tappeto il catasto agrumicolo, la riconversione varietale e il potenziamento dei contratti di filiera

Si è tenuta al Ministero delle Politiche agricole alimentari, forestali e del Turismo la prima riunione della filiera agrumicola, convocata dal sottosegretario Alessandra Pesce.

10 milioni da utilizzare

agrumiLe esigenze segnalate da parte della filiera sono state quelle della realizzazione del catasto agrumicolo nazionale, della riconversione varietale accompagnata dalla ricerca, del rafforzamento dei contratti di filiera, di azioni di promozione e informazione dei consumatori, di attenzione agli scambi commerciali nel rispetto delle reciprocità delle regole produttive.

è solo l'antipasto del piano agrumicolo che verrà

«Lavoriamo – afferma Alessandra Pesce - a un decreto attuativo per l'utilizzo del fondo agrumi da 10 milioni di euro per gli anni 2018-2020».

«Le azioni nel decreto – continua - dovranno dare risposte concrete agli operatori del settore; questo lavoro è propedeutico alla messa a punto di un piano agrumicolo in un comparto produttivo d'eccellenza per il nostro mezzogiorno».

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome