Manitou, esordio per l’MLT 961-145 V+

sollevatore
Manitou amplia la propria offerta di soluzioni di movimentazione con un sollevatore telescopico destinato agli impianti a biogas e ai grandi allevamenti zootecnici

Con il nuovo MLT 961-145 V+ (9 metri di altezza, 6.000 kg di portata) Manitou amplia la propria offerta di soluzioni di movimentazione con un sollevatore telescopico di grande capacità, destinato a fornire la giusta risposta alle esigenze dei grandi allevamenti e impianti di biogas.
Il motore John Deere ha ora 141 cv di potenza, Stage 4 di potenza, la pompa idraulica Lsu (Load Sensing Ultra) di 200 l/min) combinati al Jsm (monoleva) permettono movimenti simultanei, rapidi e perfettamente dosati nella loro proporzionalità, qualsiasi sia il regime motore. Oltre alle classiche tre sterzate (sole ruote anteriori, a granchio o concentriche), l’MLT 961 può ulteriormente migliorare i lavori che necessitano di allineamenti dinamici di precisione, con l’introduzione esclusiva della quarta modalità: blocco delle ruote posteriori nella posizione desiderata con le anteriori completamente direzionabili.
La trasmissione Vario + con variazione da 0 a 40 km/h senza cambio, consente anche di limitare la velocità. La funzione Inching è di serie, così come la regolazione elettronica dell’impianto di raffreddamento, con gestione automatica della velocità della ventola in funzione della temperatura del motore e sistema d’inversione della ventilazione in modalità automatica per garantire un raffreddamento ottimale.

Rispetto al modello MLT 960, sono da evidenziare l’aumento della capacità alla massima altezza del 40% e l’isolamento della cabina tale da ridurre la rumorosità fino a 74 dB(A), dimezzandone così il livello rispetto a quello della gamma precedente.
Da segnalare, infine, l’accesso in cabina “Easy-Step” per una facile salita e discesa.

 

Padiglione 14

Stand A/7

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome