TF 65.9, l’alta capacità secondo Merlo

merlo
L'azienda cuneese risponde alla crescente richiesta di telescopici prestanti

La richiesta di telescopici ad alta capacità è in aumento e sempre di più il telescopico viene impiegato per applicazioni dove è richiesta una portata elevata e una struttura che garantisca la stabilità operativa e la sicurezza nella movimentazione di carichi pesanti. I settori che più sono recettivi per questa tipologia di telescopici sono gli impianti di biogas, che necessitano di grandi capacità di portata per alimentare gli impianti elevata potenza e strutture dimensionate per la movimentazione dei sottoprodotti e per la preparazione delle trincee. Anche nel caso dei centri di essiccazione e stoccaggio granaglie la movimentazione di grandi quantità di materiale in tempi ridotti necessita di telescopici strutturati che garantiscano prestazioni elevate e affidabilità. Altri esempi di applicazioni, poi, sono gli zuccherifici (movimentazione e carico delle tramogge e rimozione dei sottoprodotti), la silvicoltura e il vivaismo.

Merlo da sempre ha sviluppato macchine per le alte capacità e la gamma Alta Capacità attuale è composta da due famiglie ben distinte: Panoramic e Panoramic HM. La gamma Panoramic comprende macchine disegnate per l’industria, molto precise e fluide nei movimenti. Semplici da utilizzare, sono equipaggiate con motori da 100 cv, idraulica Load Sensing e telaio dotato di correttore di inclinazione e traslazione laterale del braccio. La gamma Panoramic HM, invece, include macchine disegnate per i clienti più esigenti, che esprimono la massima potenza e sono dotate dei sistemi di ultima generazione: motori da 170 cv, idraulica LS+FS, dispositivo di rigenerazione idraulica per velocizzare il braccio, telaio dotato di correttore di inclinazione e traslazione laterale del braccio, trasmissione EPD con cambio MCVTronic...

merlo
La nuova cabina del Turbofarmer TF 65.9

All’Eima Merlo rinnova il concetto di sollevatori telescopici ad alta capacità applicato al mondo agricolo e dell’ecologia, con la nuova gamma Turbofarmer Alta capacità e il modello Turbofarmer TF 65.9 da 65 quintali e 9 metri di altezza, sviluppato per esprimere il massimo delle prestazioni in termini di forza di scavo e di tiro unite alla massima velocità della macchina e del braccio, garantendo anche comfort.

Tra le caratteristiche da evidenziare si segnalano: trasmissione idrostatica EPD con cambio CVTronic, motore da 170 cv, cabina sospesa con allestimento “Premium”, che prevede il livello di finitura superiore, assali ad alte prestazioni e telaio dimensionato per resistere ai lavori più impegnativi. Questo modello sarà equipaggiato con sistemi innovativi ed esclusivi come il nuovo blocco distributore idraulico (sviluppato interamente da Merlo), che permetterà di integrare più funzioni in termini di sicurezza e operatività. Il nuovo layout permetterà di agevolare le operazioni di manutenzione ordinaria, riducendo drasticamente i tempi di fermo macchina. Viste le dimensioni della macchina, a livello progettuale è stata posta particolare attenzione alla visibilità dell’operatore dalla cabina: anche in questo caso, sottolineano in casa Merlo, le soluzioni impiegate fanno si che il livello di visibilità sia unico nel segmento.

Padiglione 36 - stand C/10

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome