La nuova via italiana dell’agricoltura conservativa

    20 gennaio 2017 9:30 am

    La fertilità dei suoli italiani è scesa ai minimi storici ma l’agricoltura, da sempre in prima linea nella sfida per la sostenibilità, può opporsi con efficacia a questo fenomeno che, se non arginato, può portare alla desertificazione.
    La strada che si è dimostrata più valida è quella dell’agricoltura conservativa: un insieme di tecniche agronomiche complementari che mirano all’alterazione minima dei terreni (attraverso semina su sodo e minima lavorazione), alla loro copertura permanente e allo studio di associazioni e rotazioni colturali in grado di stimolarne la biodiversità. Il nostro
    paese è in prima linea, con il costante aggiornamento delle pratiche e con specifici sostegni mirati alla loro diffusione.
    Quale scenario si apre oggi per l’agricoltura conservativa e quali strumenti
    hanno in mano gli agricoltori che hanno scelto questa strada?

    Clicca qui per iscriverti

    Scarica la locandina

    Argo Tractors S.p.A.

    Via G. Matteotti 7, Fabbrico, RE - Italia

    Mappa non disponibile
    CONDIVIDI

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento
    Per favore inserisci il tuo nome