Ortofrutta, il Cso festeggia i vent’anni al Macfrut di Rimini

    In vent’anni le impreseaggregate sono passate da 20 alle attuali 66. Uno strumento che permette di avere sempre a portata di mano analisi e approfondimenti utili per incrementare la competitività delle imprese

    Un compleanno festoso e divertente per Cso Italy che ha voluto approfittare di Macfrut per riunire i protagonisti della sua storia in occasione del ventennale.

    Cso Italy nasce nel 1998 ed è una realtà unica in Europa che riesce a rappresentare tutta la filiera produttiva del comparto ortofrutta.

    Un’ idea vincente, realizzata vent’anni fa e cresciuta nel tempo con lo sviluppo di attività legate alla statistica ma anche all’internazionalizzazione delle imprese. Cso Italy è punto di riferimento tecnico in Italia per la gestione dei dossier di apertura dei nuovi mercati ed è presente, con stand collettivi di grande rilievo in tutte le principali Fiere di settore nel mondo.

    Il compleanno di Cso Italy ha visto la partecipazione di protagonisti della costituzione, figure di grande rilievo nella ideazione e attuazione di un progetto che ancora oggi rimane esclusivo in Europa.

    Il Presidente di Cso Italy Paolo Bruni traccia un percorso che guarda al futuro di questa grande realtà italiana: «Abbiamo voluto cogliere l’occasione di Macfrut – dichiara – per incontrare gli amici di ieri e di oggi  e festeggiare con un brindisi la storia dei nostri vent’anni assieme al comico cabarettista Duilio Pizzocchi.  Voglio anticiparvi un appuntamento prestigioso  che ci vedrà protagonisti e che si terrà a Ferrara in autunno nella nostra nuova sede che inaugureremo per l’occasione».

    «Il Cso Italy – prosegue Bruni – ha fatto la storia dell’ortofrutta italiana di questi vent’anni. Uno strumento a disposizione delle aziende e delle istituzioni per avere sempre a portata di mano analisi e progettazione utili per la competitività delle imprese. Siamo cresciuti in vent’anni passando da una aggregazione di 20 imprese alle attuali 66. Siamo diventati struttura di filiera accorpando, nella base sociale, anche le aziende del packaging e delle tecnologie per l’ortofrutta. Oggi dobbiamo guardare al futuro ed il futuro è sempre di più legato ai servizi, realizzati su misura per le  aziende, vocate  all’internazionalizzazione, all'innovazione e alla ricerca».

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento
    Per favore inserisci il tuo nome