Xylella, sui vivai vince la Puglia

La propagazione dell'olivo per talea in un vivaio pugliese
Il comitato fitosanitario nazionale accetta quasi in toto le proposte del presidente Emiliano e dell'assessore Di Gioia. Si va verso la deroga per la commercializzazione del materiale vivaistico

Il Comitato Fitosanitario Nazionale ha esaminato la proposta relativa alle procedure per l'istituzione di un sito indenne dalla Xylella fastidiosa e ha approvato a livello nazionale la mozione presentata dalla Regione Puglia (leggi qui i dettagli), formulando alcune precisazioni tecniche e operative da inserire nel documento tecnico, stralciando l'allegato relativo alle analisi/ispezioni. Lo rende noto l'Ansa in un'agenzia pubblicata oggi alle ore 19:34.
«Appena riscritto nella formulazione aggiornata - spiega la Regione Puglia in una nota - il documento diventerà operativo e potranno essere rilasciate le autorizzazioni in deroga a seguito del completamento dell'istruttoria con ispezione da svolgere.
Per quanto riguarda la movimentazione delle piante specificate nell'area infetta, e solo in questa, è stato chiarito, che si potrà andare in deroga all'art 25 del DLgs 214/2005 in virtù delle disposizioni comunitarie. Questo sarà formalmente esplicitato nella prossima riunione straordinaria del Comitato.
Il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano e l'assessore Leonardo di Gioia sono andati oggi a Roma personalmente proprio per sostenere le ragioni che hanno portato a questa decisione».

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome