Interventi di arricchimento nel periodo invernale

La fertirrigazione ha cambiato volto alle tradizionali concimazioni

Le colture da frutto e la vite sono in questo periodo dell’anno in riposo vegetativo e si può intervenire sul suolo con concimazioni di arricchimento in sostanza organica e, se necessario, anche in fosforo e potassio.

A livello pratico ormai si eseguono raramente corpose somministrazioni di fosforo e di potassio perché la diffusa presenza di impianti fertirrigui, per lo meno nei più recenti impianti, fa sì che si preferiscano apporti ridotti e frequenti nel corso della stagione vegetativa con questi macroelementi, tecnica effettivamente più efficiente che non la distribuzione massiccia nel periodo di riposo.

Discorso diverso per la sostanza organica che, invece, è bene sia distribuita in qualsiasi impianto di colture arboree. Infatti è significativo il suo effetto di rivitalizzazione del suolo soprattutto laddove si fa un utilizzo spinto di fertirriganti chimici; in quegli impianti la distribuzione più opportuna è la localizzazione di sostanza organica lungo la fila seguita da lavorazione ed interramento con lo scopo di frantumare e temperare le aree ad elevata concentrazione salina che si formano ai bordi della goccia della fertirrigazione ovvero dove si essiccano e si concentrano i sali della concimazione  distribuita con l’impianto microirriguo.

Leggi l'articolo completo su Terra e Vita 49-50/2016 L’Edicola di Terra e Vita

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome