Daniele Gianaroli: «Tanti sacrifici ma grandi soddisfazioni»

Fin dall'età di 18 anni Daniele nutre una forte passione per il mondo agricolo e, in particolare, per quello allevatoriale. Oggi, a soli 24 anni, conduce l'azienda agricola Casa Pozzi a Pavullo nel Frignano (Mo). Ecco la sua storia raccontata in breve alla tavola rotonda dell'Osservatorio Giovani Agricoltori organizzata da Edagricole-Nomisma a Eima International

Determinato, motivato e pieno di speranze. Si è presentato così Daniele Gianaroli, 24 anni, che conduce l’azienda Casa Pozzi a Pavullo nel Frignano (Mo), in occasione della tavola rotonda dell’Osservatorio Giovani Agricoltori a Eima International.

«Sono partito a 18 anni dalla piccola stalla di mia zia. Poi, grazie al contributo Psr, ho costruito la nuova struttura. Da un anno produco latte per il Parmigiano Reggiano “di Montagna”. Iniziare è stato difficile, ma oggi ho molte soddisfazioni che non mi fanno pesare il fatto di essere legato ai miei animali h24», spiega Daniele.

Di certo non è una vita rilassata quella del giovane allevatore modenese, ma la passione che lo muove è la base dei suoi successi.

«Il contributo che un giovane può dare in questo settore è sicuramente importante per una buona riuscita dell'attività aziendale - aggiunge Daniele -. Noi giovani imprenditori oggi abbiamo maggiori possibilità per studiare e introdurre di conseguenza in azienda un know how valorizza l'azienda e ottimizza la gestione, con il risultato di un maggior profitto economico».

Daniele produce quindi latte per la trasformazione in Parmigiano Reggiano di Montagna in una moderna stalla a stabulazione libera dotata di nuove tecnologie del settore. «In azienda ci siamo io e mia zia in stalla e mio fratello impegnato nei lavori in campagna, più due dipendenti. Alleviamo per lo più bovine di razza Frisona e alcune pezzate rosse. Abbiamo un totale di 350 capi, di cui 150 in mungitura e 200 tra manze e vitelle. Lavoriamo circa un centinaio di ettari di terreno per la maggior parte a medica e una ventina di ettari seminati a cereali vernini. La capienza massima dell'azienda è di 200 animali in mungitura: obbiettivo che mi sono prefissato per i prossimi anni».

 

Per maggiori informazioni sulla nostra iniziativa

dedicata ai giovani imprenditori agricoli:

Facebook:  L'agricoltura è giovane

YouTube: #l’agricolturaègiovane

Se sei giovane e hai un’esperienza da raccontare in agricoltura scrivi a osservatoriogiovaniagricoltori@newbusinessmedia.it

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome