Denuncia di infortunio e certificato medico via web

Cart full of apples after picking, workers sorting apples in farm
Chiarimenti sull’obbligo delle aziende agricole di invio telematico del certificato medico

L’Inail con la circolare n. 10 del 21 marzo scorso ha fornito chiarimenti sull’obbligo delle aziende agricole di invio telematico del certificato medico a causa di infortunio o malattia professionale.

Nel caso di infortunio occorso a lavoratori agricoli assunti a tempo indeterminato il datore di lavoro deve rispettare gli stessi obblighi previsti per il settore industria (art. 14 della L.54/82 e Circolare Inail n. 24/82). Successivamente (Dm. del 29 maggio 2001) la disciplina prevista per i lavoratori dell’industria è stata estesa anche ai lavoratori agricoli subordinati assunti a tempo determinato che per gli autonomi.

Per quanto attiene i lavoratori agricoli subordinati assunti, sia Oti che Otd, l’obbligo di presentare telematicamente la denuncia di infortunio spetta al datore di lavoro; mentre ai lavoratori agricoli autonomi spetta provvedere alla denuncia sia del proprio eventuale infortunio che di quello dei propri familiari che costituiscono la forza lavoro.

Il medico che presta la prima assistenza ha l’obbligo di redigere e inviare telematicamente il certificato medico direttamente o attraverso la struttura sanitaria competente per il rilascio dello stesso.

È previsto però un caso particolare per i lavoratori agricoli autonomi: se non possono provvedere direttamente all’invio della denuncia, l’obbligo dell’invio del certificato si ritiene assolto attraverso l’invio web del certificato medico o della struttura sanitaria che ha prestato la prima assistenza o del medico. Comunque resta l’obbligo di invio della denuncia/comunicazione per le relative finalità assicurative.

Solo nel caso di infortunio mortale o con prognosi superiore a 30 giorni occorrerà avvisare l’autorità di pubblica sicurezza e tale compito spetta all’Inail e non al datore di lavoro. L’Inail chiarisce che dal 22 marzo scorso le denunce da inviare all’autorità di pubblica sicurezza potranno essere inviate alle caselle PEC di posta elettronica delle questure con procedura centralizzata fino a quando saranno completati gli applicativi informatici che permettano la ricezione della documentazione da parte dell’autorità di pubblica sicurezza, così come concordato tra Polizia di Stato e Inail. Inoltre il certificato medico continua ad essere equiparato alla denuncia anche quando il lavoratore autonomo si trovi nell’impossibilità di effettuare la denuncia nei termini previsti per legge.

Anche per quanto attiene le malattie professionali occorse ai lavoratori agricoli subordinati assunti a tempo indeterminato, il datore di lavoro ha gli stessi obblighi e sanzioni previste per il settore industria. Invece per i lavoratori agricoli subordinati Otd e per quelli autonomi la denuncia relativa alla malattia professionale dovrà essere effettuata dal medico che presta la prima assistenza con un apposito modulo che funge da denuncia e da certificato medico. Il medico ha l’obbligo di trasmettere via web il certificato medico direttamente o attraverso la struttura sanitaria competente per il rilascio.


LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome