Fattura elettronica alle PA per sgombero neve e verde

fattura elettronica
Dal 31 marzo scatta l’obbligo della FatturaPA

Dopo una fase sperimentale, la fatturazione elettronica obbligatoria era entrata in vigore lo scorso 6 giugno per le cessioni di beni e prestazioni di servizi nei confronti dei ministeri, delle Agenzie fiscali e degli enti nazionali di previdenza. Dal prossimo 31 marzo diventa obbligatoria anche verso gli altri enti della pubblica amministrazione, nazionali e non, e tutte le amministrazioni locali, e quindi anche verso regioni, province e soprattutto, per quanto riguarda i produttori agricoli, i comuni (per i quali gli agricoltori spesso manutengono parchi e giardini, forniscono il servizio di pulizia dei fossi e di spalatura neve, ecc), ma anche le Aziende sanitarie locali e le scuole (si pensi alle fattorie didattiche).
Tutti i fornitori, compresi i produttori agricoli, dovranno quindi produrre un documento in formato elettronico, denominato FatturaPA, e trasmetterlo attraverso il Sistema di interscambio per la fatturazione elettronica. La fattura elettronica dovrà essere emessa anche nei confronti del Gse da parte degli agricoltori che cedono l’energia elettrica prodotta in azienda.

Tutte le caratteristiche della FatturaPA e le modalità di invio nell'articolo di Corrado Fusai su TV n. 12/2015.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome