Fatture emesse e ricevute, proroga al 28 settembre

fatture
Euro banknotes and calculator
Lo stabilisce un decreto di prossima pubblicazione

 

Prorogato dal 16 al 28 settembre il termine per trasmettere i dati di fatture emesse e ricevute. Lo scorso 1° settembre, infatti, con un comunicato stampa ripreso il giorno 7 dall’agenzia delle Entrate, il ministero dell’Economia e delle Finanze ha anticipato il contenuto di un Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri, di prossima pubblicazione sulla Gazzetta ufficiale, con il quale viene posticipato dal 16 al 28 settembre il termine per effettuare la comunicazione dei dati delle fatture emesse e ricevute relative al primo semestre 2017. L’agenzia delle Entrate precisa che: “…tale proroga vale anche per i soggetti che hanno aderito al regime opzionale per la trasmissione telematica dei dati delle fatture (art.1, comma 3, del decreto legislativo 5 agosto 2015, n. 127). Tale chiarimento è in linea con quanto previsto dal provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle entrate del 27 marzo 2017 che ha uniformato, per il primo anno di applicazione, i termini per l’invio opzionale dei dati delle fatture (art. 1, comma 3, del decreto legislativo 5 agosto 2015, n. 127) con i termini per la “Comunicazione dei dati delle fatture emesse e ricevute” (articolo 21 del decreto-legge 31 maggio 2010, n. 78)”.

La proroga riguarda quindi il cosiddetto “spesometro”, ma anche la comunicazione da parte dei contribuenti che hanno optato per la trasmissione telematica all’agenzia delle Entrate dei dati di tutte le fatture emesse e ricevute e delle relative variazioni.

Sul prossimo numero di TV (n. 28/2017) tutti i chiarimento dell'esperto fiscalista Corrado Fusai.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome