Le ultime notizie da Camera e Senato (27 novembre – 1 dicembre)

camera e senato
Via libera definitivo della Camera al cosiddetto “decreto fiscale” che contiene parte delle coperture della legge di bilancio e anticipa, per circa un miliardo, lo stop all'aumento dell'Iva per il 2018. E l’Assemblea di Palazzo Madama ha dato il primo ok al disegno di legge di bilancio.

CAMERA

Via libera definitivo della Camera al cosiddetto “decreto fiscale” che contiene parte delle coperture della legge di bilancio e anticipa, per circa un miliardo, lo stop all'aumento dell'Iva per il 2018. Tra le misure che interessano l’agricoltura ci sono la modifica alla norma del codice antimafia che stabilisce che non siano tenuti a presentare la certificazione antimafia coloro che ricevono aiuti comunitari al di sotto dei 5.000 euro, nonchè disposizioni che interessano il funzionamento degli aiuti dei minimis nel settore agricolo, l’agricoltura nelle zone terremotate e il rischio sismico, la siccità, le aree protette e il personale del Corpo forestale dello Stato. In precedenza, la Commissione Agricoltura aveva espresso un parere favorevole sul provvedimento, inserendo, tuttavia, la condizione, dell’innalzamento da 5.000 a 25.000 euro della soglia prevista di esenzione dalla presentazione della documentazione e informazione antimafia per tutti i concessionari di terreni agricoli e zootecnici demaniali che usufruiscono di fondi europei, nonché l’introduzione, per le domande relative a contributi europei che superano i 25.000 euro, di una scansione temporale della vigenza dell'obbligo di trasmissione dei certificati  in oggetto.

Va segnalato, tra l’altro, che il Consiglio dei Ministri del 1° dicembre ha approvato un disegno di legge contro i reati agroalimentari e approvato due decreti legislativi sul riordino di Agea e sulla riforma della legislazione forestale con la creazione del Testo unico foreste.

Il sottosegretario alle Politiche agricole Giuseppe Castiglione ha risposto in Aula a Montecitorio a una interrogazione di Ciracì (Misto) sulle iniziative in atto volte a contrastare la diffusione della xylella e per sostenere l'olivicoltura pugliese, ricordando, tra l’altro, che nell’ambito della legge di bilancio è stato approvato un emendamento che contiene lo stanziamento di risorse per diversi interventi in favore dei territori che sono stati colpiti dal batterio.

Sono crescenti i danni economici e sociali provocati dalla fauna selvatica e, soprattutto, dagli ungulati. Sulla questione, in risposta a interrogazioni di Fiorio e Antezza (Pd), il sottosegretario Castiglione ha sostenuto che il Governo è da tempo impegnato ad individuare delle valide soluzioni per sostenere le Regioni nel contenimento della fauna selvatica.

Infine, la Commissione Agricoltura ha concluso l’esame della proposta di legge in materia di produzione e vendita del pane che è adesso pronta per essere esaminata dall’Aula.

 

SENATO

Giro di boa per la manovra economica. L’Assemblea di Palazzo Madama ha dato il prima via libera al disegno di legge di bilancio rinnovando la fiducia al Governo e approvando un maxi emendamento nel quale sono state recepite anche numerose modifiche riguardanti l’agricoltura e la pesca e relative, tra l’altro, alla certificazione antimafia, all’età pensionabile, al terremoto, alla lotta alla xylella e all’aviaria, al piano invasi e alle risorse idriche, ai distretti del cibo, all’enoturismo, all’apicoltura e ai parchi e aree protette.

La Commissione Agricoltura ha iniziato l’esame dello schema di decreto legislativo concernente disposizioni di armonizzazione e razionalizzazione della normativa sui controlli in materia di produzione agricola e agroalimentare biologica che rappresenta un testo unico in materia di controlli nel settore e dello schema di decreto ministeriale concernente il riparto dello stanziamento iscritto nello stato di previsione della spesa del Mipaaf per l'anno 2017, relativo a contributi ad enti, istituti, associazioni, fondazioni ed altri organismi.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome