Minimali contributivi agricoli 2016

agricoli
Tutti i chiarimenti in una recente circolare dell’Inps

«L’Inps con recente circolare (n. 11 del 27/1/2016) ha rideterminato il limite minimo di retribuzione giornaliera per il calcolo di tutte le contribuzioni dovute in materia di previdenza ed assistenza per il 2016. Per il corrente anno il limite è fissato a € 47,68 giornalieri; ricordiamo che tale importo è corrispondente al 9,5% dell’importo del trattamento minimo mensile delle pensioni liquidate dal Fondo pensioni lavoratori dipendenti - FLDP - in vigore al 1° gennaio 2016 ammontante ad € 501,89.

L’Inps ha inoltre determinato, sulla base dell’aumento dell’indice medio del costo della vita, i minimi retributivi per singole categorie (tab. 1)

Per gli impiegati agricoli al servizio presso più aziende i predetti minimali in ogni caso dovranno essere ragguagliati al minimo dei minimi e cioè a € 47,68.

Il datore di lavoro per il calcolo dei contributi previdenziali dovrà rispettare tre minimali:

a) la retribuzione stabilita dai contratti collettivi;

b) i minimali retributivi di categoria ex lege n. 537/81;

c) il minimale dei minimali fissato, per il 2016, in € 47,68 (art.7, L. 638/83).

Ricordiamo infine che agli operai agricoli non è applicabile il minimale dei minimali per i quali il minimale giornaliero da rispettare – salvo il solo minimale rappresentato dalle retribuzioni stabilite dai contratti collettivi – è unicamente quello ex lege n. 537/81, e cioè pari ad € 42,41.

 

Part-time

La retribuzione minima oraria per calcolare i contributi previdenziali si determina moltiplicando il minimale dei minimali (€ 47,68) giornaliero per le giornate di lavoro settimanali (6 gg.) poi dividendo l’importo risultante per il n° delle ore settimanali previste dalla contrattazione collettiva agricola (39 ore settimanali), sempre salva l’eventuale maggior retribuzione oraria minima fissata dalla contrattazione collettiva.

 

Limite di retribuzione per il contributo aggiuntivo dell’1%

Il contributo aggiuntivo sulla contribuzione Fldp, ex art. 3-ter della L. n. 438/92) e pari all’1%, si dovrà calcolare per il corrente anno 2016 sulla quota di retribuzione eccedente € 46.123 annui (€ 3.844 mensili).

 

Massimale retributivo

Il massimale retributivo annuo sul quale si devono calcolare i contributi previdenziali ed assistenziali (esclusivamente per i nuovi iscritti alle gestioni Inps) per il corrente anno è portato a € 100.324.

In tab. 2 gli importi che non concorrono a formare il reddito imponibile di lavoro dipendente (Dlgs. n.314/97).

 

 

Leggi l'articolo completo di tabelle su Terra e Vita 09/2016 L’Edicola di Terra e Vita

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome