Obiettivo salute e sicurezza sul lavoro

sgravio
Some men select good potatoes from scrap during the harvesting
Tutte le novità previste dal Jobs act: voucher, sanzioni, denunce, formazione

Dal 24 settembre sono entrate in vigore le nuove disposizioni in materia di Salute e sicurezza sul lavoro a seguito della riforma del lavoro (Legge. 183/2014 - Dlgs. 151/2015 - c.d. Jobs Act). Vediamo le principali questioni approntate con le nuove disposizioni.

Voucher

L’art. 20 sancisce definitivamente che il T.U. salute e sicurezza (Dlgs. n. 81/2008) si applica anche alle attività svolte dai prestatori di lavoro accessorio (voucher) svolte a favore di committenti imprenditori o professionisti.

Sono del tutto esclusi dall’applicazione delle regole del T.U. in materia di salute e sicurezza i piccoli lavori domestici a carattere straordinario e l’assistenza domiciliare ai bambini, ammalati e disabili.

Valutazione dei rischi

Al fine di semplificare gli adempimenti del datore di lavoro nella valutazione dei rischi in azienda, onde consentire una più “agile” predisposizione del documento di valutazione dei rischi aziendali, è stato modificato l’art. 29, co. 5 del T.U. Modificati anche gli artt. 28 e 190 del Dlgs. n. 81/2008.

In pratica, relativamente alla valutazione dei rischi, si prevede come l’Inail, in collaborazione con le Asl, renda disponibili strumenti tecnici e specialistici per la riduzione dei livelli di rischio ai fini della valutazione dei rischi.

Previsto, poi, l’emanazione di un decreto per individuare gli strumenti di supporto per la valutazione dei rischi, tra cui lo strumento di valutazione dei rischi informatizzato secondo il prototipo europeo Oira (Online interactive risk assessment).

Relativamente al controllo del rumore, è stata prevista......

 

Leggi l'articolo completo su Terra e Vita 46/2015 L’Edicola di Terra e Vita

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome