Sviluppo rurale, i cambiamenti in vigore dal 1° gennaio

sviluppo rurale
Regimi di qualità, investimenti e sistemi agroforestali. Tutte le novità introdotte a seguito dell'approvazione del regolamento Omnibus.

Il Regolamento Omnibus introduce diversi cambiamenti tecnici di attuazione della politica di sviluppo rurale, che avranno efficacia nell’aggiornamento e modifica degli attuali Psr. Le novità riguardano prevalentemente alcuni aspetti applicativi.

Primo insediamento per i giovani agricoltori: 1) i giovani agricoltori potranno insediarsi a capo dell’azienda anche congiuntamente con altri agricoltori, indipendentemente dalla forma giuridica scelta; 2) il sostegno all’avviamento potrà essere concesso sia in forma di contributo che di strumento finanziario.

Azioni di informazione: le infrastrutture realizzate per progetti dimostrativi potranno essere mantenute e utilizzate.

Servizi di consulenza: le Regioni potranno beneficiare dei fondi previsti per i servizi di consulenza e decidere se prestare i servizi autonomamente o se esteriorizzarli tramite procedure di selezione.

Regimi di qualità: viene allargata la platea dei beneficiari della misura anche a quegli agricoltori che già partecipano al regime di qualità da non più di 5 anni.

Investimenti agricoli e agroindustriali: il sostegno potrà essere concesso nella forma di strumento finanziario, estendendo l’ammissibilità anche a investimenti che riguardino la trasformazione, commercializzazione e sviluppo di prodotti non coperti dall’Allegato I del Tfue.

Allestimento di sistemi agroforestali: oltre all’impianto, anche la rigenerazione e il rinnovamento forestale saranno inclusi tra le spese ammissibili.

Investimenti: viene inserita, nel caso in cui il supporto sia ricevuto tramite strumenti finanziari, la possibilità di considerare il capitale di esercizio come spesa ammissibile fino a un massimo di 200.000 € o del 30% del totale delle spese ammissibili dell’investimento (a seconda di quale importo sia maggiore).

Ammissibilità delle spese: nel caso di misure emergenziali dovute a disastri naturali, eventi climatici avversi o cambiamenti demografici improvvisi, tutte le spese sostenute a partire dal momento in cui l’evento si è verificato saranno ammissibili, anche se antecedenti alla modifica del Psr.

Il Regolamento Omnibus ha introdotto anche altre numerose novità, dal greening alle Efa, dai giovani all'agricoltore attivo.

Leggi tutti i particolari su Terra e Vita n. 32/2017.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome