Cereali. Prezzi nazionali del 30 novembre

prezzi dei cereali frumento tenero 30 novembre 2017 terra e vita
Cereali: frumento tenero, frumento duro, mais, cereali foraggeri e oleaginose

Terra e VitaFRUMENTO TENERO

Si perfeziona l’equilibrio dei mercati con le borse merci che da settimane quotano per le classi superiori prezzi invariati e per i “misti”, dopo un periodo di costante ripresa, un graduale assestamento. La domanda dei molini è presente ma non si è registrato incremento con l’avvicinarsi delle festività e l’offerta sul prontissimo (soprattutto per i grani di forza e i “bianchi”) incontra serie difficoltà a trovare adeguata collocazione. Sul mercato locale c’è ampia la disponibilità di grani superiori e di forza nostrani, mentre scarseggiano i “misti”. Quotazioni invariate su Milano e Bologna con: i “misti” reso destino sui 195-200 €/t, il “tipo Bologna” a 225 €/t e i “bianchi” poco sopra i 200 €/t. I grani comunitari di forza fermi a 230 €/t arrivo, con gli “spring” Nordamericani in calo a 270 €/t (-5).

 

prezzi dei cereali frumento duro 30 novembre 2017 terra e vita

Terra e VitaFRUMENTO DURO

Mercato statico da settimane con perdurante eccesso di offerta a fronte di una domanda verso l’origine nazionale che non si rafforza anche in presenza di un sensibile rallentamento dell’importazione comunitaria ed estera. Gli operatori vivono alla giornata ed al momento non si registrano ulteriori significative coperture sul primo semestre 2018; c’è attesa per capire l’evoluzione dei mercati nel prossimo trimestre quando l’offerta estera entrerà nel periodo della chiusura dei laghi e la comunitaria (Italia inclusa) farà i conti dell’esportazione sui paesi terzi (al momento ritardataria sulla media). Prezzi invariati su tutte le piazze nazionali con il tipo Fino con 13% proteina a 230-235 €/t reso molino ed i mercantili tra i 210 €/t e i 220 €/t base caratteristiche merceologiche e tenore proteico.

 

prezzi dei cereali mais 30 novembre 2017 terra e vita

Terra e VitaMAIS

Nulla di nuovo e mercato senza variazioni che riconferma gli equilibri delle ultime settimane con richiesta zootecnica limitata ed buona offerta di prodotto locale che però non incontra domanda anche per la concorrenza delle alternative comunitarie ed estere (rivitalizzate dal euro a 1,19). Sulle borse si respira tranquillità con qualche speranza per una ripresa nel periodo invernale. Mangimifici sempre ben coperti e prezzi che per il mais nazionale “generico” sono a 178 €/t arrivo e per il mais “con caratteristiche” sui 180-182 €/t; comunitario “con caratteristiche” stabile a 183-185 €/t e gli esteri tra i 177 e i 187 €/t (-1).

 

prezzi dei cereali foraggere e oleaginose 30 novembre 2017 terra e vita

Terra e VitaCEREALI FORAGGERI E OLEAGINOSE

Cereali foraggeri: scompare il supporto “domino” dall’orzo comunitario e l’intero segmento si consolida ai livelli della scorsa settimana per limitata domanda e disponibilità oltre le richieste. I grani teneri sono invariati sui 195 €/t con gli orzi pesanti che si mantengono sui 176 €/t; il sorgo bianco sempre a 172 €/t partenza.

Oleaginose: la soia nostrana non sconta il rafforzamento dell’euro e si conferma tra i 385 €/t e i 390 €/t mentre l’estera si riposiziona tra i 374 e i 377 €/t (-5).

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome