Grano tenero e orzo sugli scudi, stabili duro e mais

grano tenero prezzi dei cereali
I prezzi settimanali di grano tenero, grano duro, orzo, mais, erba medica, soia, girasole e colza, rilevati dalle Camere di Commercio ed elaborati da Borsa Merci Telematica Italiana Bmti

Con le operazioni di raccolta non ancora concluse, i listini delle Camere di Commercio hanno mostrato prezzi in aumento per i grani grani teneri nazionali. Ribassi, invece, per gli Spring di provenienza nordamericana. Prezzi del grano duro invariati sulla piazza di Foggia sui 225-230 €/t, in lieve calo rispetto a dodici mesi fa. Raccolta comunque non ancora completata al Centro – Nord. Si confermano in crescita i listini dell’orzo, dettati anche dai rialzi osservati per le alternative comunitarie. Su base annua i rialzi sulle diverse piazze nazionali si attestano tra il +5% e il +13%. Mercato del mais senza sussulti in avvio di luglio, né sul fronte della domanda né su quello dell’offerta. Prezzi, di conseguenza, praticamente invariati. Tornano a scendere i prezzi dei semi di soia, complici sia gli ulteriori ribassi osservati nelle principali borse merci internazionali (Chicago in primis) sia una minore domanda nel mercato italiano. Listini in calo anche per le farine di soia. Tra le farine proteiche, deciso ribasso per le quotazione delle farine di colza, dipeso dall’arrivo sul mercato della produzione 2018.

Scarica il dettaglio dei prezzi nel periodo dal 2 al 7 luglio 2018

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome