Prezzi nazionali e mondiali a confronto (dal 29 aprile al 5 maggio)

Grano tenero, recupero a maggio? Italia. Quinta settimana di aumento delle quotazioni che fa tendenza e fa sperare in un possibile ulteriore recupero in maggio. I mercati europei si consolidano ulteriormente e trascinano le borse di Milano e Bologna con aumenti di 2-3€/t.

Grano tenero, recupero a maggio?

Italia

Quinta settimana di aumento delle quotazioni che fa tendenza e fa sperare in un possibile ulteriore recupero in maggio. I mercati europei si consolidano ulteriormente e trascinano le borse di Milano e Bologna con aumenti di 2-3€/t. La domanda come logica in un mercato in risveglio è ben presente ma incontra l’offerta titubante. I grani di forza esteri si confermano molto più cari in prezzo rispetto agli europei di un 25-30€/t ma il “gap” si sta progressivamente riducendo.

 

Duro, lento riassestamento

Italia

Continua il lento riassestamento del mercato verso un finale di campagna che dovrebbe vedere prezzi al rialzo per il nuovo raccolto e stabilità per il vecchio, stante le quotazioni comunitarie e mondiali ancora nettamente superiori al nazionale. Rincari di 2-3€/t sulle piazze del Centro Nord. L’offerta non è certo pressante e la domanda latita con i principali compratori coperti fino a giugno e i medio-piccoli costantemente attivi. I progressi colturali del nuovo raccolto sono promettenti sui volumi, mentre si nutre molta perplessità sul contenuto proteico stante la scarsa vendita di concimi amarzoaprile.

 

Mais, le quotazioni si stabilizzano

Italia

Le quotazioni si stabilizzano anche per la presenza di notevoli quantità invendute nei magazzini che potrebbero appesantire il corso nelle prossime settimane/mesi. L’offerta è sempre cauta ma le alternative Europee tornano a premere e la domanda ha oggi più alternative. Bologna segna invariato mentre Milano sente ancora la crisi logistica francese e cresce di 2€/t. Se le semine in calo sul 2009 sostengono i prezzi, resta un differenziale tra il “partenza” Francia e Milano di oltre 33€/t!

 

Cereali foraggeri e oleaginose

Italia

Cereali foraggeri: con il comparto grano in ripresa, l’intero settore ne sente il beneficio. Sulle piazze del Nord, il tenero e l’orzo recuperano un paio di euro/t; stabile il sorgo che vede pochissimi scambi.

Oleaginose: la soia prende 10 €/t a Milano, ma lo scenario internazionale non giustificherebbe tale aumento e Bologna mette solo 2 €/t creando un differenziale con la Granaria di oltre 17 €/t.

 

Il commento completo sui prezzi europei e mondiali su Terra e Vita.
Per abbonarsi: http://www.agricoltura24.com/agricoltura/p_1076.html

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome