Sementi, il fatturato del Gruppo Kws cresce del 3,7%

Incremento a due cifre del rendimento operativo prima delle imposte (+16,7%). Investimenti in ricerca al 17,7% delle vendite nette. A trainare l’incremento mais, soia e barbabietola da zucchero.

Il Gruppo Kws, leader nel settore delle sementi, presente in 70 paesi e impegnato da 160 anni nella ricerca, produzione e commercializzazione di semi per l’agricoltura, chiude l’anno finanziario 2016/2017 con un giro d’affari di 1,075 miliardi di euro, facendo registrare una crescita del 3,7%, e un risultato operativo (prima delle imposte) di 131,6 milioni di euro, pari a un incremento del 16,7% rispetto all’esercizio precedente.

Tra i fattori chiave che hanno trainato la performance di Kws c’è l'espansione delle vendite delle sementi di mais e soia in Sudamerica e il segmento della barbabietola da zucchero, cresciuto grazie alla vasta gamma di varietà distribuite e all’aumento della domanda di zucchero da parte del mercato.

Nell’esercizio, concluso a giugno, Kwsha incrementato il suo fatturato nel segmento delle sementi di mais, colza, soia, girasole e sorgo,il più importante del Gruppo in termini di vendite. A livello globale il giro d’affari in questo comparto è stato di 825,3 milioni di euro, con una crescita del 3,8% rispetto all’anno finanziario precedente. A contribuire al successo anche i buoni risultati ottenuti in Europa dalle sementi oleaginose.

Il segmento della barbabietola da zucchero e degli ibridi di patata da seme ha invece raggiunto a livello globale i 454,6 milioni di euro, con una crescita del 3,4%. In questo settore particolarmente dinamiche sono l’area Ue e l’Europa orientale, dove sono in notevole aumento le aree di coltivazione.

Con l’obiettivo di creare varietà sempre più sostenibili e in grado di offrire rese migliori, nell’ultimo anno fiscale Kws ha rinforzato il suo impegno nell’innovazione vegetale: l’investimento del 17,7% del fatturato ha permesso di fornire ogni anno agli agricoltori di tutto il mondo 357 nuovi prodotti. In particolare, nel 2017 Kws ha ripreso la produzione di sementi di girasole, un progetto destinato esclusivamente all’Europa Sudorientale per la campagna di semina 2018.

«Durante l’ultimo anno finanziario il Gruppo Kws ha ottenuto ottime performance in molti mercati. Il nostro portfolio si è dimostrato estremamente forte e competitivo. Vorremmo esprimere il più sentito ringraziamento per la fiducia riposta nelle nostre varietà» ha dichiarato Hagen Duenbostel, ceo di Kws Group.

L'azienda

Kws (www.kws.com) è un’azienda leader nel settore sementiero, impegnata da 160 anni nella ricerca, produzione e commercializzazione di semi per l’agricoltura. Nata in Germania nel 1856 e presente oggi in 70 paesi nel mondo, KWS ha scelto di restare un gruppo indipendente: ancora oggi il 56% della quota azionaria è in possesso delle tre famiglie fondatrici. Indipendenza e libertà decisionale sono i pilastri su cui si basa l’attività di KWS a garanzia degli agricoltori.

Kws è specializzata nella produzione di sementi di mais, barbabietola da zucchero, cereali, girasole, colza e sorgo. I principali mercati in cui opera sono l’Europa, l’America settentrionale e meridionale, il Medio Oriente e la Cina. KWS ha chiuso l’anno finanziario 2016/17 con un giro d’affari di 1,075 miliardi di euro.

La sede italiana

Presente in Italia dal 1961, Kws (www.kws.it) ha sede a Forlì e opera con un centro di ricerca e sviluppo a Monselice, in provincia di Padova. Nelle due filiali sono impiegate oltre 200 persone che si occupano di ricerca, produzione e vendita delle sementi, oltre alla parte amministrativa.

 

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome