Campania, Nicola Caputo è il nuovo “assessore” regionale all’Agricoltura

Nicola Caputo
L'ex europarlamentare prende il posto di Franco Alfieri come consigliere delagato del presidente De Luca per le politiche agricole, alimentari e forestali, per la caccia e la pesca, per le strategie regionali di definizione del nuovo Psr

Aria di novità all’interno dell’assessorato all’Agricoltura della Regione Campania. Nicola Caputo è il nuovo consigliere del presidente della Regione Campania De Luca per le politiche agricole, alimentari e forestali, per la caccia e la pesca, per le strategie regionali di definizione del nuovo Psr e, in più, per gli Affari europei e le relazioni internazionali.

Campania, la nomina

Caputo, che prende il posto di Franco Alfieri, può contare su una lunga attività su questi temi maturata negli anni, prima da consigliere regionale e, successivamente, da europarlamentare.
Negli ultimi cinque anni, a Bruxelles, infatti, è stato coordinatore S&D della Commissione Agricoltura e Sviluppo rurale e presidente del Comitato Life. E’ stato relatore del dossier, approvato dal Parlamento europeo, sui giovani in agricoltura e si è occupato attivamente di Programmazione agricola comunitaria promuovendo, in particolare, i temi della sostenibilità, dell’innovazione in agricoltura e della salvaguardia delle produzioni agroalimentari italiane contro il dilagante fenomeno dell’Italian sounding.

«Le nostre risorse più preziose sono il mare e l’agricoltura e dovranno essere il volano della nostra economia. Dobbiamo essere capaci di sfruttare le nostre risorse e quelle che ci vengono offerte da Bruxelles. Intercettare le opportunità che arrivano dall’Europa è un requisito essenziale, non solo per la valorizzazione della nostra produzione agroalimentare, ma anche per renderla competitiva sui mercati nazionali ed europei» ha dichiarato il neo consigliere delegato, che poi ha ringraziato il presidente De Luca «per la fiducia che ha inteso accordarmi con questo importante incarico».

Le reazioni del mondo agricolo

La nomina di Caputo non ha fatto mancare le reazioni delle organizzazioni professionali agricole. «Auguri non di circostanza, ma animati da sincera volontà e desiderio di collaborazione» sono arrivati dalla presidente di Copagri Campania, Vera Buonomo che giudica l’atto di designazione come «Un segnale positivo e di gran senso di responsabilità del presidente De Luca» e che parla delle sfide future del comparto. «Ci aspettano - dice - sfide fondamentali per le quali occorre una vera guida politica che faccia da ponte con Bruxelles per garantire un settore agricolo regionale dinamico e competitivo. Ci auguriamo - conclude la Buonomo - che il neo consigliere delegato possa contribuire a concertare e indirizzare al meglio le strategie regionali per il sostegno e per il rilancio di un sistema agricolo sostenibile, partecipato e condiviso».

Le fa eco Fabrizio Marzano, presidente di Confagricoltura Campania. «Tale atto di nomina - spiega - premia un criterio di competenza e di esperienza, acquisita anche durante il mandato parlamentare in Commissione agricoltura a Strasburgo, qualità che ritengo possano essere di aiuto nell’affrontare tutte le questioni emergenti dell’agricoltura campana. Conosciamo bene l’approccio operativo dell’onorevole Caputo e, come Confagricoltura, lo invitiamo a convocare al più presto il Tavolo Verde, dove rilanciare il confronto tra tutti i portatori di interesse del mondo agricolo. Siamo certi che, lavorando insieme e in pieno spirito di collaborazione, riusciremo a trovare le soluzioni più opportune per tutte le emergenze», ha concluso Marzano.

Campania, Nicola Caputo è il nuovo “assessore” regionale all’Agricoltura - Ultima modifica: 2019-07-19T15:40:07+00:00 da Simone Martarello

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome