Promozione vino, slittano i termini per i contratti

vino
Scadenza prorogata al 31 dicembre 2019. Il Mipaaft ha accolto la richiesta delle Regioni che per problemi burocratici avrebbero fatto fatica a rispettare il termine del 15 ottobre

Partiranno in ritardo i programmi di promozione dei vini italiani Dop per il 2020 a differenza di quelli degli altri Stati membri che potranno cominciare ad essere realizzati sin dal 16 febbraio 2019. La deroga, e quindi la proroga, rispetto ai tempi previsti dalla regolamentazione comunitaria dell’Ocm vino, è contenuta in un Decreto del Ministro Centinaio emesso appena qualche giorno prima dello scatenarsi della crisi di Governo di agosto 2019.

Il Decreto ministeriale stabilisce che invece che entro il 15 ottobre (con le attività a decorrere dal 16 ottobre), esclusivamente per l’annualità 2019/2002, Agea stipula i contratti con i soggetti beneficiari individuati dalle Autorità competenti entro il 31 dicembre 2019. Le attività sono effettuate a decorrere dal 1 gennaio 2020.

I motivi del rinvio

Il decreto ministeriale nelle sue premesse fa esplicito riferimento a una richiesta di proroga dei termini, formulata dalla Conferenza Stato-Regioni in occasione dell’esame e ddell'approvazione dello schema di decreto che è stata prontamente recepita dal ministro Centinaio. I motivi sono da attribuire alle difficoltà delle burocrazie regionali di approvare i programmi presentati dagli operatori in termini più ristretti e nella conseguente difficoltà dell’Agea di poter stipulare i contratti entro il 15 ottobre 2019.

In  particolare la richiesta di proroga riguardava sia lo spostamento del termine di stipula dei contratti dal 15 ottobre 2019 al 31 dicembre 2019 e sia il posticipo dal 30 settembre al 31 ottobre 2019 della data entro cui le Regioni fanno pervenire al Ministero ed ad Agea la graduatoria dei progetti regionali ammissibili e ad l’Agea la completa documentazione ricevuta dai proponenti per poter porre in atto i controlli precontrattuali.

Proroghe quindi che non toccano i termini di presentazione dei programmi di promozione da parte degli operatori interessati che erano stati fissati al 1° luglio 2019 e poi prorogati al 15 luglio successivo è quindi di un periodo inferiore a quello concesso agli uffici regionali e all’Agea per la definizione delle procedure amministrative e di controllo di loro competenza.

Promozione vino, slittano i termini per i contratti - Ultima modifica: 2019-08-29T16:44:32+00:00 da Simone Martarello

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome