Conserve Italia, cresce la vendita di biologico (+40%)

Diego Pariotti, direttore commerciale estero di Conserve Italia
Il Consorzio dei marchi Cirio e Valfrutta incrementa all’estero le vendite bio: dalla Francia (con i pomodori bio) alla Scandinavia, dove la scelta green passa anche per imballaggi interamente riciclabili. In Germania pronta la nuova linea “Toscana” di pomodori Cirio

Crescono in tutta Europa le vendite del segmento biologico per il Gruppo cooperativo bolognese Conserve Italia. Dai legumi ai derivati del pomodoro, le referenze biologiche, commercializzate sia con marchi propri come Cirio e Valfrutta che con quelli delle insegne distributive, incontrano sempre di più i gusti dei consumatori stranieri. Lo attestano i dati di vendita annunciati in occasione di Tuttofood a Fiera Milano dalla Divisione Estero di Conserve Italia, che sviluppa un fatturato di oltre 180 milioni di euro e ha registrato per i prodotti biologici sul mercato europeo un incremento medio a valore ed a volume di +40% nei 10 mesi dell’anno commerciale 2018/19 rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, con picchi maggiori in Germania, Francia e Regno Unito.

Non più una nicchia

«Definire oggi il biologico come nicchia è ormai assolutamente limitativo – spiega Diego Pariotti, direttore commerciale estero di Conserve Italia – dal momento che le preferenze verso le produzioni biologiche e green non solo sono sempre più diffuse, ma coinvolgono ormai target assai trasversali di consumatori, non più solo alto-spendenti. Uno dei mercati di gran lunga più interessanti in tal senso per il nostro Gruppo è quello dei Paesi scandinavi, nei quali – spiega ancora Pariotti – la preferenza per il biologico si coniuga da tempo con il grande tema dell’attenzione e del rispetto per l’ambiente. Nelle scelte di acquisto dei consumatori scandinavi l’impatto ambientale di un determinato prodotto riveste un ruolo sempre più strategico. Ed è per questo che in Svezia e negli altri Paesi scandinavi il mercato ha deciso di abbandonare progressivamente gli imballaggi in banda stagnata per proporre solo prodotti venduti nelle confezioni in Tetra Recart®, realizzate con materiali rinnovabili e completamente riciclabili, che si caratterizzano anche per la loro apertura a strappo con semplice richiusura».

Valorizzato il prodotto locale

Altro Paese molto dinamico in termini di consumi biologici è la Francia, in cui crescono sia le aperture di nuovi negozi e punti vendita specializzati, sia le vendite nei canali della distribuzione organizzata. Per i consumatori francesi Conserve Italia ha messo in commercio proprio in questi ultimi mesi una nuova linea di pomodoro Cirio con pelati, passate e polpe biologiche.

È sbarcata invece sul mercato tedesco la gamma “Toscana” del pomodoro Cirio, che punta sul richiamo evocativo di una delle regioni italiane più conosciute e apprezzate dai consumatori stranieri: passate e polpe realizzate esclusivamente dalle coltivazioni nel grossetano delle aziende agricole aderenti a Conserve Italia e lavorate nello stabilimento di Albinia. “Avevamo avviato già anni fa un esperimento in Inghilterra – spiega Pariotti – che ora replicheremo in Germania. Si tratta di due Paesi che vengono spesso considerati maturi, ma che restano di primaria importanza per i volumi di vendita complessivi e nei quali riusciamo ad ottenere risultati soddisfacenti, puntando proprio sull’innovazione continua”.

Conserve Italia è presente a Tuttofood dal 6 al 9 maggio a Fiera Milano con uno stand istituzionale (pad. 3 D15-D19-E18-E20) pensato per dare ampio risalto al portfolio di prodotti per i mercati esteri, in particolare con i marchi Cirio, Valfrutta e Yoga.


Il gruppo

Conserve Italia è un consorzio cooperativo con sede a San Lazzaro di Savena (Bo), leader in Italia nel settore della trasformazione alimentare, che associa 14.000 produttori agricoli e trasforma oltre 600.000 tonnellate di frutta, pomodoro e vegetali, che vengono lavorati in 12 stabilimenti produttivi, di cui 9 in Italia, 2 in Francia e uno in Spagna. Il fatturato aggregato del Gruppo Conserve Italia è di circa 900 milioni di euro. Conserve Italia dà lavoro in Italia a circa 3.300 persone tra fissi e stagionali e detiene marchi storici del made in Italy alimentare come Cirio, Valfrutta, Yoga, Derby Blue e Jolly Colombani.

 

Conserve Italia, cresce la vendita di biologico (+40%) - Ultima modifica: 2019-05-06T12:06:20+00:00 da Terra e Vita

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome