Mense biologiche, progetto nazionale di certificazione

Al centro: Il sindaco di Milano Giuseppe Sala e il ministro Maurizio Martina
Il ministro Maurizio Martina e il sindaco di Milano Giuseppe Sala hanno presentato un'iniziativa che riguarda tutte le scuole italiane. Medaglia d'oro o d'argento a seconda degli obiettivi raggiunti.

Parte da Milano il progetto nazionale pilota di certificazione delle mense scolastiche biologiche.

Medaglia d'oro e d'argento per le scuole più virtuose

Le scuole italiane potranno fregiarsi di due attestati, medaglia d’oro e medaglia d’argento, a seconda degli obiettivi ottenuti in merito alla percentuale di prodotti biologici utilizzati nella loro mensa.

Il ministro Maurizio Martina e il sindaco di Milano Giuseppe Sala hanno presentato il progetto alla scuola elementare Pizzigoni di Milano, che da più di 100 anni insegna ai bambini l’attenzione alla terra, all’alimentazione e all’ambiente. Ed è proprio questo l’obiettivo del progetto di Martina con il sindaco di Milano: formare delle generazioni che attraverso l’attenzione al cibo e all’alimentazione, vengano educate alla cura e al rispetto dell’ambiente che ci circonda.

Dunque, con un apposito fondo di 20 milioni annuali fino al 2020 e che proseguirà successivamente, parte il progetto nazionale.

«Attraverso un sistema di certificazione con le regioni per poter aiutare le scuole a garantire la massima % di biologico nelle mense. Importante è attivare un lavoro di competizione tra le scuole per avere la massima qualità del cibo offerto. Noi diamo loro una mano per fare questo salto» afferma Martina».

«Se questo lavoro pagherà - continua -, siamo pronti a fare sempre meglio e a lavorare sempre più sulla qualità. Le mense scolastiche sono la prima vera aula per raccontare l'attenzione alla terra e alla produzione agricola di qualità e scoprire attraverso il cibo tutto quello che ci circonda».

Il progetto verrà consolidato nei prossimi mesi in modo che le scuole siano informate di questa opportunità già per il prossimo anno scolastico.

«Ora sono 1.200 le mense che forniscono ai bambini prodotti biologici. Il nostro obiettivo è di allargare al massimo la qualità di ciò che mangiano i nostri bambini. Inoltre con la legge contro lo spreco alimentare e gli incentivi per la raccolta, vogliamo arrivare a recuperare dalle mense 1 milione di tonnellate di cibo inutilizzato».

Perché Milano?  «Dall’Expo a oggi siamo andati avanti su questa strada - afferma il sindaco Sala -. Far mangiare bene i bambini e fornire cibo di qualità senza sprechi. Milano in questo è capofila con 159 città e azioni su scuole e GD. Il Ministro ha scelto di partire da Milano con un’operazione pratica, in quanto le mense scolastiche sono gestite da un unico operatore. Il biologico comunque ha anticipato la discussione sulla qualità del cibo ma il tema è dare da mangiare a tutti cibo di qualità».

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome