Alibaba.com e Cia siglano accordo per portare il cibo italiano nel mondo

Dino Sacanavino (a sx) e Rodrigo Cipriani Foresio (a dx) durante la presentazione dell'accordo Cia-Alibaba.com
L’intesa durerà un anno e avrà l’obiettivo di facilitale, attraverso la piattaforma web del colosso cinese, l’ingresso nei mercati esteri delle piccole e medie imprese agricole

Promuovere e portare nel mondo i prodotti agroalimentari italiani dei piccoli e medi produttori agricoli aprendo nuovi canali commerciali online per le aziende associate e favorendo incontri sul web con i buyer di tutto il pianeta. Questo è l’obiettivo dell’accordo siglato a Roma, nella sede della Sala Stampa Estera, da Cia-Agricoltori Italiani e Alibaba.com, la più grande piattaforma di e-commerce B2B (business-to-business) a livello internazionale e parte del Gruppo Alibaba.

L’accordo, che durerà un anno, prevede che Cia e Alibaba.com - anche attraverso il supporto di Adiacent, unico global service partner certificato da Alibaba.com per l’erogazione di servizi a valore aggiunto nella Comunità Europea- si impegnino nel sostenere, promuovere e valorizzare aziende locali e prodotti agroalimentari di qualità tramite il portale web internazionale, mettendo in contatto acquirenti e fornitori, produttori e grossisti, per condurre affari in modalità virtuale.

 

 

La presenza sulla piattaforma ha un costo per le aziende che va dai due mila ai quattro mila euro l’anno.

Su Alibaba.com arriva la prima azienda agricola italiana

«La collaborazione siglata con Cia ci rende molto orgogliosi - ha dichiarato il managing director di Alibaba per il Sud Europa, Rodrigo Cipriani Foresio - e si inserisce pienamente nel progetto a lungo termine di Alibaba.com per supportare le aziende italiane del settore agroalimentare, in particolare le realtà più piccole, nel loro percorso di digitalizzazione e internazionalizzazione».

La prima call è stata fatta ad agosto e oggi sul portale ha debuttato Malvirà, l'azienda associata Cia che produce vino nella provincia di Cuneo.

Foresio: «Per l’Italia opportunità unica»

Alibaba.com
Rodrigo Cipriani Foresio

«Alibaba.com conta complessivamente 20 milioni di buyer di tutto il mondo e le due categorie più ricercate sulla nostra piattaforma sono il food and beverage e l'agricoltura. Questo significa - ha incalzato Foresio - che i prodotti italiani hanno enormi possibilità di farsi conoscere e di essere apprezzati a livello globale. Abbiamo aperto gli uffici italiani cinque anni fa e, grazie a un team di 25 esperti sul territorio e accordi con una serie di partner, nei prossimi 4 anni riusciremo a portare 10 mila aziende italiane sulla nostra piattaforma. Ad oggi sono quasi mille aziende. Questa opportunità in Europa e nel mondo ce l’hanno solo le aziende italiane. E’ una sfida che vinceremo».

I punti dell’accordo tra Alibaba.com e Cia

Tra i punti dell’accordo tra Cia e Alibaba.com, tanti i servizi a supporto delle aziende sul marketplace: creazione di materiale pubblicitario e informativo; commercializzazione di prodotti e fornitori sulla vetrina “Padiglione Italia” del portale; partecipazione a eventi e attività come roadshow, convegni, promozioni online tramite canali social o media; consulenza di marketing e comunicazione.

«Siamo onorati di essere stati individuati da Alibaba - ha detto il presidente della Cia nazionale, Dino Scanavino - come partner che può sviluppare il progetto in cui noi crediamo da tempo: internazionalizzare le nostre imprese, soprattutto quelle di piccole e medie dimensioni. Si può vincere la sfida dell’export agevolando l’accesso delle nostre imprese sui mercati stranieri, facilitando non solo il rapporto diretto tra aziende e consumatori, ma anche tra le aziende stesse, offrendo nuove e importanti occasioni di sviluppo attraverso il commercio elettronico».

Il boom dell’e-commerce

I dati parlano chiaro. Oggi l’e-commerce B2B (ossia lo scambio commerciale di prodotti o servizi tra aziende) è 11 volte più grande del B2C (business-to-consumer, ovvero lo scambio dall'azienda al consumatore finale). Attualmente l’export online italiano B2C vale 11,8 miliardi di euro, mentre l’export online tricolore B2B arriva a fatturare ben 132 miliardi di euro.

In questo contesto, Alibaba.com rappresenta la maggiore piattaforma di e-commerce B2B del mondo, con 150 milioni di utenti registrati, 190 tra Paesi e Regioni coinvolte, oltre 300.000 richieste al giorno per 40 settori merceologici. Con un occhio di riguardo proprio al “food&beverage”, che rappresenta la prima voce tra le “top 10 industries” della piattaforma online, con il 12% dei click sul vino e il 7% sulla pasta.

 

Alibaba.com e Cia siglano accordo per portare il cibo italiano nel mondo - Ultima modifica: 2020-09-15T17:45:59+02:00 da Laura Saggio

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome