Prestiti più facili con l’accesso diretto al fondo di garanzia Ismea

fondo di garanzia
Da lunedì 20 luglio estesi anche alle pmi agricole e della selvicoltura i benefici previsti dal Decreto liquidità. Ora le banche avranno un'arma in meno per rifiutare la concessione di un prestito agli agricoltori

Oltre agli strumenti messi in campo con il Decreto liquidità e alla cambiale agraria attivata da Ismea, da lunedì 20 luglio le aziende agricole possono accedere in maniera diretta al Fondo di Garanzia gestito da Mediocredito Centrale. È stata emanata, infatti, la circolare operativa 14/2020 con cui viene specificato che, in questa prima fase, sarà possibile presentare le sole richieste di garanzia ai sensi delle misure temporanee in materia di aiuti di Stato a sostegno dell'economia nell'attuale emergenza del Covid-19. Prende piena attuazione, dunque, la norma prevista dalla legge di conversione del Cura Italia.

 

 

L'Abbate: «Un aiuto alle pmi agricole»

«Si tratta di un risultato importante e mi auguro davvero decisivo che ho fortemente voluto e che risponde alle esigenze e alle richieste del mondo agricolo, acuitesi con le conseguenze economiche dell'emergenza sanitaria – dichiara il sottosegretario alle Politiche agricole Giuseppe L'Abbate – da oggi, pertanto, alle piccole e medie imprese agricole si spalancheranno le porte del Fondo Centrale di Garanzia in maniera diretta, in grado di concedere agevolmente erogazioni di prestiti per tutte le esigenze aziendali che ci auguriamo di entità analoga a quelle del comparto agroalimentare dove, solo nel 2019, è stato concesso oltre un miliardo di euro di impieghi».

 

 

Copagri soddisfatta

«Non possiamo che esprimere soddisfazione per una misura molto attesa e che sollecitavamo da tempo – sottolinea il presidente della Copagri Franco Verrascina – con la quale si vanno finalmente a dare all’agricoltura le stesse opportunità degli altri comparti produttivi, chiarendo una volta per tutte che le imprese che svolgono una delle attività economiche rientranti nella sezione "Agricoltura, silvicoltura e pesca" possono accedere senza alcuna limitazione al Fondo Generale di Garanzia».

«In tal modo si va a dare una concreta risposta alle legittime istanze del comparto, che lamentava da tempo notevoli disagi e difficoltà nelle procedure legate all’erogazione del credito – conclude Verrascina – la maggior parte degli istituti di credito, infatti, richiedevano la garanzia del Fondo Generale di Garanzia, strumento fino ad oggi precluso alle imprese agricole».

Prestiti più facili con l’accesso diretto al fondo di garanzia Ismea - Ultima modifica: 2020-07-17T17:21:53+02:00 da Simone Martarello

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome