L’Efsa conferma: altamente improbabile che il coronavirus si trasmetta con gli alimenti

«Nessuna prova scientifica della trasmissione attraverso l'alimentazione». L’agenzia per la sicurezza alimentare di Parma, ricordando che la trasmissione del virus avviene per via aerea, dirama comunque un vademecum per la preparazione, manipolazione e cottura di carni crude

L’Agenzia europea per la sicurezza alimentare, anche se attualmente non è direttamente coinvolta nella diffusione del Coronavirus ha diffuso un vademecum di comportamento nella lavorazione di alimenti a base di carne.

 

 

Lo stato delle conoscenze

Innanzitutto l’Efsa precisa subito che secondo lo stato attuale delle conoscenze scientifiche, è improbabile che l'agente patogeno possa essere trasmesso all'uomo attraverso il cibo.

La trasmissione di coronavirus all'uomo avviene generalmente per via aerea ed è richiesto uno stretto contatto con un animale che trasporta il virus o con una persona infetta. Secondo lo stato attuale delle conoscenze scientifiche, non ci sono ancora prove per la possibilità che l'uomo si infetti attraverso il contatto con prodotti, beni di consumo o tramite il cibo anche con l'epidemia attuale.

Il salto di specie in Cina

L'EFSA rileva poi che attualmente, allo stato delle notizie e informazioni scientifiche risulterebbe che anche se in Cina il cibo non è stato identificato come probabile fonte o via di trasmissione del virus, tuttavia ritiene opportuno raccomandare di prestare la massima attenzione al rispetto delle norme igieniche durante la manipolazione e la preparazione di carne cruda e prodotti a base di carne, tenendo conto del fatto che anche altri agenti patogeni possono essere contenuti nello stesso.

Norme igieniche

In particolare secondo l’Efsa sii applicano le seguenti linee guida generali sull'igiene:

  • conservare e preparare separatamente prodotti a base di carne cruda e altri alimenti, soprattutto se questi non sono ancora stati riscaldati,
  • attrezzature e superfici a contatto con prodotti a base di carne cruda pulite accuratamente con acqua calda e detergente,
  • smaltire immediatamente i materiali di imballaggio, l'acqua di scongelamento e simili,
  • lavarsi accuratamente le mani con acqua calda e sapone e
  • cucinare accuratamente i pasti preparati con prodotti a base di carne cruda, il che significa che una temperatura interna di 70 ° C deve essere raggiunta per almeno 2 minuti.
L’Efsa conferma: altamente improbabile che il coronavirus si trasmetta con gli alimenti - Ultima modifica: 2020-03-02T10:01:27+01:00 da Lorenzo Tosi

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome