Mille giorni in stretto contatto con tutti voi

Grazie all’ attenzione e alla passione dei nostri lettori, Terra e Vita daily raggiunge da oltre quattro anni tutti i giorni decine di migliaia di professionisti con un’informazione gratuita originale, aggiornata e tagliata su misura sulle esigenze degli agricoltori italiani. Ecco la classifica dei temi e degli articoli più letti, che spesso contraddice il nostro invito a fare crescere la professionalità del comparto primario attraverso l’innovazione e l’attenzione alle tecnologie digitali. Un invito ormai diventato ineludibile

C’è posta per te, tutti i giorni da mille giorni.

L’informazione tecnica, politica ed economica di Terra e Vita accelera e percorre da tempo nuove strade, seguendo ritmi sempre più intensi.

Siti internet, social, newsletter, webinar, app, videopillole, corsi, tutorial si sono aggiunti alla classica periodicità del nostro storico settimanale cartaceo (anch’esso letto sempre di più – e  in tempo reale - nella sua versione digitale).

 

 

ISCRIVITI A TERRA E VITA DAILY

Oltre il rumore di fondo

Il sapere digitale fa vibrare tablet e smartphone producendo un rumore di fondo che ci avvolge e che ci distrae. Terra e Vita però non ha bisogno di gridare o di rincorrere fakenews per catturare la vostra attenzione.

Da più di 80 anni il nostro gruppo di lavoro traccia il solco: conosciamo il ritmo della terra e delle stagioni (ultimamente un po’ alterato dagli effetti dei cambiamenti climatici, a dire il vero) e il fabbisogno di informazione di imprenditori, consulenti, ricercatori o semplici appassionati che svolgono la propria attività all’aria aperta, spesso in completo isolamento, ma collegati con noi attraverso la rete.

L’efficacia e l’affidabilità del nostro lavoro non si misura solo con la diffusione dei nostri prodotti editoriali, ma soprattutto con l’utilità per chi vuol fare crescere la propria professionalità di agricoltore. Un’utilità che ci confermate attraverso l’interattività garantita dalla rete.

L’esordio quattro anni fa

Lo storico primo numero di Terra e Vita Daily

Abbiamo iniziato quasi per scherzo l’11 aprile 2017, oltre 4 anni fa, ad inviarvi gratuitamente, attraverso la posta elettronica, un riassunto ragionato e tagliato su misura dei contenuti originali che pubblichiamo tutti i giorni sul sito di Terra e Vita.

Nel primo numero della newsletter di Terra e Vita Daily c’erano già gli ingredienti che hanno caratterizzato il successo di questa iniziativa editoriale: un pizzico di Pac (l’immarcescibile politica agricola comunitaria), lo spazio per le opinioni e le esperienze degli agricoltori, tanta tecnica, il collegamento costante con i mercati e i listini delle borse merci, l’invito a fare filiera, l’attenzione all’innovazione e l’allerta per gli effetti del climate change.

Un mix bilanciato di informazioni, opinioni e servizi.

Conoscenza reciproca

Grazie alla crescente diffusione di Terra e Vita Daily, che oggi ha raggiunto il prezioso traguardo dei mille numeri, vi conosciamo sempre di più.

Il sistema di informazione di Edagricole (l’unico caratterizzato da 11 testate specializzate nelle diverse filiere agricole) ha del resto da sempre il vantaggio di una segmentazione che consente l’efficace “profilazione” (oggi si chiama così) delle abitudini e delle esigenze di frutticoltori, orticoltori, viticoltori, allevatori, cerealicoltori, contoterzisti, rivenditori ecc.

Terra e Vita è da più di 60 anni la nostra “ammiraglia”, il sistema editoriale più completo tra quelli prodotti da Edagricole, rivolto a tutte le filiere ma diffuso soprattutto (per il 60%) tra chi si occupa di cereali e altri seminativi.

Un’evoluzione digitale da non temere

La nostra missione è sempre la stessa: cercare di piantare il seme della conoscenza affinchè voi lettori, con la vostra professionalità, lo possiate fare crescere. Con l’evoluzione dei mezzi di comunicazione la semina è solo diventata più frequente e multicanale (una sorta di trasemina).

Un giornalismo “aumentato” che richiede nuove competenze e che si deve misurare con le rinnovate esigenze di un’agricoltura che si evolve e che utilizza in modo intelligente le nuove tecnologie legate alla digitalizzazione.

Leggi anche

Sensori e Big Data, l’ortofrutta è sempre più digitale

Condividere le conoscenze per l’ortoflorovivaismo digital

Siamo passati in tempi rapidi dalla meccanizzazione di massa alla precision farming e ora alla smart farming grazie all’utilizzo di “Big data” diventati presto “Smart data”.

Nell’era dell’information technology la differenza competitiva non viene però dalla massa di informazioni che ci raggiunge, ma dalla nostra capacità di interpretarle per elaborare strategie imprenditoriali vincenti.

I temi più seguiti dagli agricoltori

Ora siamo sulla soglia dell’ennesima evoluzione tecnologica a stretta cadenza: la release 5.0 che porterà alla diffusione della robotizzazione nell’agricoltura e -dicono – anche nel giornalismo.

Non c’è però da avere paura: finchè darete attenzione (e valore!) a quello che leggete su Terra e Vita daily l'intelligenza artificiale non potrà sostituire le persone in redazione. La capacità di valutare, interpretare e commentare i fatti non è alla portata delle macchine.

Lo stesso vale per l’agricoltura: restare al passo con la tecnologia è un must per un settore che vuole definirsi imprenditoriale ed emanciparsi dall’arma a doppio taglio dei sussidi. Per questo Terra e Vita spinge da tempo sul tasto dell’innovazione, sulla transizione ecologica e digitale prima che diventasse uno slogan della politica comunitaria.

Non ci avete sempre dato retta. Uno dei vantaggi dell’informazione digitale è infatti quello di poter misurare in tempo reale l’indice di lettura (e presumibilmente di gradimento) dei nostri articoli.

Così sappiamo che in cima alle vostre preferenze, tra gli interventi pubblicati sul sito di Terra e Vita e passati attraverso il daily, ci sono sempre gli articoli sui titoli e sui pagamenti Pac: modalità e tempistiche della corresponsione degli anticipi e dei saldi.

Informazioni utili, che non danno però una bella immagine del settore.

Mobilità, lavoro, vendite: l’impatto della pandemia

Una consuetudine spezzata circa un anno e mezzo fa dall’arrivo della pandemia. Nel corso del 2020 il rapporto di Terra e Vita con lettori spesso in forzato isolamento si è molto intensificato e gli articoli in particolare su mobilità, gestione dei rapporti di lavoro e sui nuovi canali di vendita digitali hanno raggiunto vette ineguagliabili di leggibilità, spingendoci a intensificare il nostro ruolo di giornalismo di servizio.

Colture alternative

Con la fine dell’emergenza sanitaria, l’attenzione per la tecnica è tornata a caratterizzare la vostra domanda informativa. Con particolare interesse per le possibilità di crescita economica e professionale eventualmente garantite da colture alternative come i grani antichi, la lavanda, il nocciolo, il mandorlo, il barattiere o i frutti tropicali.

Nella classifica dei temi tecnici che hanno attirato il vostro interesse vince (a sorpresa) la fertilizzazione che ha superato in alcuni casi la difesa e la meccanizzazione, mentre la digitalizzazione raccoglie ancora un interesse molto parziale.

Un vero peccato perché uno dei fattori che frenano, a detta degli studiosi, la transizione digitale dell’agricoltura italiana è proprio la carenza di competenza e di informazione.

Dare valore a ciò che si legge

L’invito è quindi quello di approfittare delle opportunità offerte dal nostro sistema di informazione e da Terra e Vita daily in particolare.

Viviamo infatti in un periodo di informazione qualificata a basso prezzo, ma non sarà sempre così. In tutto il mondo il settore dell’informazione sta tentando di cambiare il proprio modello di (poco) business e l’informazione gratuita di qualità sta diventando sempre più rara anche sulla rete.

Riabituatevi quindi a dare valore a quello che leggete, Terra e Vita sarà sempre dalla vostra parte.

ISCRIVITI A TERRA E VITA DAILY

Mille giorni in stretto contatto con tutti voi - Ultima modifica: 2021-10-06T05:35:58+02:00 da Lorenzo Tosi

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome