Riccardo Deserti nuovo presidente mondiale di OriGIn

Riccardo Deserti
Per la prima volta un italiano siede al vertice dell'associazione internazionale che riunisce i consorzi delle indicazioni geografiche. «Molte le sfide che attendono le nostre tipicità, a partire dai nuovi sistemi di etichettatura». «Puntiamo a regole di protezione di Dop e Igp certe e condivise per contrastare la forza delle multinazionali»

Riccardo Deserti, Vice Presidente di OriGIn Italia e Direttore generale del Consorzio Parmigiano Reggiano, è il nuovo presidente di OriGIn.

L’elezione di Deserti – che succede al francese Claude Vermot-Desroches – è avvenuta oggi in occasione dell’Assemblea di oriGIn, in cui si è parlato dei programmi e delle strategie delle IG a livello mondiale.
«È un grande onore e una grande responsabilità – ha dichiarato Deserti – assumere questa importante carica».

575 indicazioni geografiche da 40 Paesi del mondo

«Una responsabilità per il ruolo di un’Organizzazione che rappresenta oltre 575 Indicazioni Geografiche di 40 Paesi nel mondo e per il fatto che, per la prima volta nella storia di OriGIn, la presidenza è assegnata ad un’Indicazione Geografica italiana».

«L’obiettivo – prosegue – è quello di contribuire alla crescita delle produzioni di qualità ad indicazione geografica quale modello di sostenibilità economica e ambientale a livello globale, con un’attenzione particolare alle specificità dell’Unione Europea».

La sfida dei nuovi sistemi di etichettatura

«Accogliamo con soddisfazione la presidenza italiana di OriGIn – ha sottolineato Cesare Baldrighi, presidente di OriGIn Italia –. La scelta ricade su una persona di elevata esperienza che potrà dare un grande contributo in una fase molto importante per le Indicazioni Geografiche a livello nazionale, europeo e mondiale».

«Molte le sfide che ci attendono e molte le opportunità: dalle politiche europee in ottica green, alla tutela delle IG che passa anche dai nuovi sistemi di etichettatura».

Nell'interesse anche delle realtà nazionali

Il lavoro di Origin, l’alleanza mondiale delle indicazioni geografiche, aggiunge ancora Deserti, «è molto importante anche per le singole realtà nazionali. Infatti Origin lavora per far crescere un quadro di regole di tutela a livello mondiale per dare protezione alle singole indicazioni geografiche. Dunque si tratta di un’alleanza in grado di poter curare i nostri interessi. E i nostri interessi sono avere regole per la protezione delle dop e delle indicazioni geografiche rispetto allo strapotere delle multinazionali, che altrimenti farebbero man bassa contro le denominazioni. Fra queste ultime ci sono anche grandi prodotti che hanno interesse nell’avere una tutela a livello internazionale».

Questa alleanza di tutte le più grandi denominazioni, continua il nuovo presidente, «vuole anche proporre l'esportazione del modello indicazione geografica come modello di sviluppo anche per le agricolture povere, per le agricolture più ai margini del mondo, che vedono in questo modello una possibilità di sviluppo economico. E noi del Parmigiano che abbiamo questa esperienza, questa cultura pluricentenaria, dentro Origin abbiamo lo scopo anche di trasferire know how, competenze, per aiutare anche i prodotti minori a crescere. E per far sì quindi che anche in quei paesi i governi diano attenzione all'indicazione geografica».

Questo, conclude Deserti, «ci ritornerà con gli interessi perché se in Cina, se in brasile, se in Perù, si creano delle leggi simili a quelle europee sulle indicazioni geografiche, allora nei prossimi decenni sarà tutelata anche la nostra esportazione, uno sviluppo del mercato per i nostri prodotti».


L'identikit di OriGIN

OriGIn, Organizzazione per una rete internazionale delle Indicazioni Geografiche (Organization for an International Geographical Indications Network) è un'organizzazione non governativa senza scopo di lucro con sede a Ginevra di cui OriGIn Italia è membro. Fondata nel 2003, oriGIn costituisce oggi una vera e propria alleanza globale delle Indicazioni Geografiche, che rappresenta circa 576 associazioni di produttori e altre istituzioni legate alle IG di 40 Paesi a livello internazionale.

Fra i principali obiettivi di OriGIn quello di promuovere l'effettiva protezione legale e l'applicazione delle IG a livello nazionale, regionale e internazionale, attraverso campagne rivolte ai decisori, ai media e al pubblico in generale; ma anche una protezione delle IG come strumento di sviluppo sostenibile per i produttori e le comunità.

Riccardo Deserti nuovo presidente mondiale di OriGIn - Ultima modifica: 2021-11-23T19:24:36+01:00 da Lorenzo Tosi

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome