Roberto Moncalvo ai saluti, cambio al vertice di Coldiretti

Roberto Moncalvo
Prandini-Bertinelli l’ipotesi più accreditata per la successione. Il più giovane presidente della storia Coldiretti rimarrà come presidente di Coldiretti Piemonte e come vice di Copa-Cogeca

Roberto Moncalvo lascia la presidenza nazionale della Coldiretti. «Il suo mandato – informa l’organizzazione agricola - è terminato dopo cinque anni come previsto dallo statuto, modificato ad inizio mandato per volontà sua e di tutta la giunta, per favorire e garantire il rinnovamento continuo della maggiore organizzazione agricola europea che conta su 1,6 milioni di associati in italia».

Il più giovane della storia

Nato l'8 agosto 1980 e residente a Settimo torinese, Roberto Moncalvo, da neolaureato in ingegneria al Politecnico di Torino, ha preferito impegnarsi nell' azienda agricola familiare con innovazioni tecniche, gestionali e di orientamento produttivo. È stato il più giovane presidente dalla nascita della Coldiretti; in cinque anni sotto la sua guida la bonomiana ha raggiunto risultati preziosi per le campagne italiane e, più in generale, ha visto crescere il proprio prestigio e la propria forza, sulla scena pubblica nazionale ed internazionale.

«Moncalvo continuerà il suo impegno nell'organizzazione, dove è entrato a far parte dal 1996 nel movimento giovanile, con l'elezione a presidente della Coldiretti Piemonte per i prossimi 5 anni e mantiene l'impegno a livello internazionale con la carica di vice presidente del Copa Cogeca, l'organizzazione di rappresentanza degli agricoltori e delle loro cooperative a livello europeo».

«Quando ho iniziato il mio mandato – commenta Moncalvo - , sapevo soltanto che i cinque anni successivi sarebbero serviti per preparare la strada a una migliore Coldiretti e a chi sarebbe venuto dopo di me, ma mai avrei immaginato che sarebbero stati così straordinari. A 33 anni sono diventato il fortunato capitano di una formidabile squadra che è andata a cogliere una molteplicità di successi. Oggi lascio una Coldiretti più forte ed una agricoltura più autorevole nella società».

L’assemblea elettiva il 7 novembre

«Ora –prosegue il presidente - sono stato chiamato dalla mia Regione, il Piemonte e ci torno con l'orgoglio e la determinazione di restituire almeno in parte quanto mi è stato donato e l'esperienza accumulata in questi anni». Il Consiglio nazionale di Coldiretti ha convocato (per le ore 9,30 di mercoledì 7 novembre al Centro Congressi Rospigliosi nella sede della Coldiretti in via XXIV maggio 43) l'assemblea elettiva con gli agricoltori provenienti da tutte le Regioni e i movimenti dei giovani, delle donne e dei pensionati per eleggere il nuovo presidente. Tra le ipotesi più accreditate per la successione di Moncalvo vi sono quelle di Ettore Prandini (presidente Coldiretti Lombardia) e di Nicola Bertinelli (Consorzio Parmigiano Reggiano e Coldiretti Pama) o Francesco Vincenzi (Anbi) rispettivamente come presidente e vicepresidente.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome