Tour Vite, da Bayer le nuove soluzioni naturali per la difesa della vite

    27 Febbraio 2020 4:00 pm - 8:00 pm

    Bayer organizza una serie di incontri dedicati ai viticoltori italiani con tre novità di origine naturale per stimolare lo sviluppo di una viticoltura innovativa e sostenibile.
    L’impegno richiesto al viticoltore moderno non si limita infatti all’ottenimento di un prodotto di qualità. È sempre più incalzante la richiesta di adottare tecniche di difesa sostenibili che rispettino l’ambiente e le persone. Gli agrofarmaci di origine naturale e l’impiego di tecnologie digitali rappresentano strumenti di valore sempre più attuali in viticoltura per produrre in modo innovativo e sostenibile. Su questi temi esperti del mondo vitivinicolo tecnico ed economico porteranno utili aggiornamenti per gli operatori del settore, accanto ai relatori di Bayer.

    Primo appuntamento giovedì 27 febbraio alle ore 16:00 presso l’Hotel Il Piccolo Castello – Strada Provinciale Colligiana, 8 – Monteriggioni (SI)

    Gli interventi:

    • Novità per la difesa: Sonata, Serenade Aso, Flipper  Silvia Casalini, Cesare Cangero
    • Si fa presto a dire “Prodotto Naturale” Mauro Provezza
    • Movida 2.0: il digitale a sostegno di una viticoltura sostenibile Carlo Risi
    • Dal Campo alla Cantina Barbara Scotti (Enartis)

    Coordinano i lavori: Fabio Burroni e Marco Pierucci (Agronominvigna)

    Scarica l’invito

    Per maggiori dettagli, è possibile contattare il tecnico Bayer di fiducia. Per saperne di più sull’evento e sul tour clicca qui

    Bayer Cropscience, Tour vite

    2 Commenti

    1. Ho un piccolissimo vigneto di falanghina a Procida notoriamente soggetta a sbalzi termici ed a forte umidità stagionali. Vorrei provare Sonata. Visto la esiguita della vigna chiedo il dosaggio per lt di acqua. Grazie

      • Gentile lettore,

        la ringraziamo per il suo commento e la informiamo che, da gennaio 2018, il servizio L’esperto risponde è riservato agli abbonati ad almeno una delle nostre riviste.
        Pertanto la invitiamo a registrarsi nell’area riservata.
        https://www.edagricole.it/area-riservata/
        Cordiali saluti.
        La redazione

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento
    Per favore inserisci il tuo nome