L’Asti docg sarà anche secco

Nel disciplinare inserite le nuove tipologie di Asti dogc con minore contenuto zuccherino, nella versione secco, demi-sec ed extra secco

Dopo il via libera della Commissione Tecnica anche il Comitato Vinicolo del Ministero delle Politiche Agricole ha confermato l'ok a procedere per la modifica del disciplinare con l'inserimento di nuove tipologie di Asti dogc con minore contenuto zuccherino, nella versione secco, demi-sec ed extra secco. Lo rende noto il Consorzio per la tutela dell'Asti che dovrebbe immettere il nuovo prodotto sul mercato per l'estate 2017.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome