Cimice asiatica, il Piemonte stanzia 5,5 milioni per risarcire gli agricoltori

    cimice asiatica
    Somma ricavata dal Fondo di Solidarietà nazionale. Risarcimenti fino all'80% del danno subito

    A seguito dei danni provocati dalla cimice asiatica relativi all’anno 2019, l’insetto infestante che colpisce piante da frutto, ortaggi e cereali, la Regione Piemonte ha attivato 5,5 milioni di euro di contributi per gli indennizzi alle imprese agricole piemontesi, somma che copre l’ammontare dei danni registrati in base alle richieste presentate dagli agricoltori all’Assessorato regionale all’agricoltura.

    La somma deriva dal Fondo di solidarietà nazionale ed è stata stanziata dal Ministero alle Politiche agricole a favore del Piemonte. Complessivamente si tratta di 6,7 milioni di euro per il periodo 2020-2022.

     

     

    Rimborsi fino all'80% del danno subito

    La Giunta regionale ha provveduto ad attivare questa somma stabilendo di erogare il massimo contributo ammissibile, fino all’80%, a ogni azienda per il danno subito.

    Per l’assessore regionale all’Agricoltura Marco Protopapa con questa azione si conferma l’attenzione della Regione verso questo grave problema di tipo biotico, esasperato dal cambiamento climatico in atto, sperando che le risorse siano di aiuto alle aziende piemontesi.

    Cimice asiatica, il Piemonte stanzia 5,5 milioni per risarcire gli agricoltori - Ultima modifica: 2021-09-23T15:58:07+02:00 da Terra e Vita

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento
    Per favore inserisci il tuo nome