Al via gli incentivi per occupazione al Sud

incentivi
Le istruzioni operative in una recente circolare dell’Inps

Dopo tre mesi dall’entrata in vigore della legge di Bilancio 2017 l’Inps ha diramato le istruzioni operative con la circolare n. 41 del 1° marzo scorso per richiedere l’Incentivo occupazione Sud. Tale opportunità interessa anche le aziende agricole, che potranno usufruire del beneficio a partire dal Dmag riferito al 2° trimestre 2017.

Beneficiari sono tutti i datori di lavoro, anche non imprenditori, operanti in Regioni ritenute “meno sviluppate” (Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia) o in regioni in “transizione” (Abruzzo Molise e Sardegna).

Questo tipo di incentivo in linea di massima è strettamente legato agli aiuti “de minimis”, che è possibile sforare solo se l’assunzione, per la quale si richiede il beneficio, rappresenta un incremento netto occupazionale. Inoltre l’Inps ha precisato che l’incentivo non è cumulabile con altri incentivi di natura sia economica che contributiva (quindi anche quelle previste per le aziende agricole operanti in territori montani e svantaggiati).

 

Invio del modello 

La richiesta dell’incentivo avverrà con l’invio online all’Inps di una domanda preliminare compilando il modello “B.SUD” presente all’interno dell’applicazione “DIResCo- Dichiarazioni di Responsabilità del Contribuente”. Il beneficio è strettamente legato all’assunzione di disoccupati (art. 19 Dlgs. n.150/2015) aventi un’età compresa tra 16 e 24 anni compiuti oppure coloro che hanno compiuto 25 anni di età. Assumendo ragaz

 

Leggi l'articolo completo su Terra e Vita 11/2017 L’Edicola di Terra e Vita

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome