Regolarizzazione, cassa integrazione e reddito di emergenza: un mese di proroga

Al lavoro in una serra con la mascherina chirirurgica
Sanatoria del lavoro irregolare fino a metà agosto, reddito di emergenza fino a fine luglio, 4 settimane in più per le casse integrazione, sia ordinaria che in deroga. Il decreto legge 52 del 16 giugno distribuisce manciate di proroghe alle misure già esistenti

A partire dal 17 giugno 2020 sono state prorogate le scadenze relative a diversi provvedimenti di interesse del comparto agricolo attraverso il D.L. 52 del 16 giugno 2020, pubblicato nella Gazzetta ufficiale serie generale n.151 del il 16 giugno 2020.

 

 

Cassaintegrazione, 4 settimane in più

La prima misura prevede un allungamento della durata del trattamento di integrazione salariale precedentemente concesso sia esso, ordinario straordinario oppure in deroga.  In pratica è stato stabilito che la durata dell’integrazione salariale viene allungata fino a raggiungere una durata massima pari a quattordici settimane. E’ stato stabilito che l’opportunità di beneficiare di ulteriori quattro settimane deve essere concesso anche a coloro che hanno beneficiato dell’integrazione salariale anche per periodi decorrenti prima del 1° settembre 2020. Nulla cambia in merito alla durata massima di diciotto settimane, considerati cumulativamente i trattamenti riconosciuti.

Trenta giorni per correggere le domande sbagliate

Altro punto interessante è quello riservato a chi ha presentato una domanda in maniera errata. In pratica ai datori di lavoro che hanno presentato in modo errato la domanda per ottenere trattamenti diversi da quelli a cui avrebbero avuto diritto o comunque con errori od omissioni che ne hanno impedito l’accettazione, è offerta la possibilità di rimediare ripresentando la domanda. Tali datori di lavoro potranno ripresentare la domanda, in maniera corretta, entro e non oltre trenta giorni dalla data in cui gli è stato comunicato l’errore relativo alla precedente istanza da parte dell’amministrazione di riferimento. Qualora la nuova istanza non dovesse essere presentata nei termini (30 giorni) stabiliti la domanda sarà ritenuta decaduta, anche nelle more della revoca dell’eventuale provvedimento di concessione emanato dall’amministrazione competente.

Regolarizzazione fino al 15 agosto

Un altro importante provvedimento riguarda tutti i datori di lavoro agricolo che intendono provvedere alla regolarizzazione dei rapporti di lavoro sia con cittadini italiani che stranieri così come stabilito dall’articolo 103 del D.L. 34 del 19 maggio 2020 (Decreto Rilancio). In definitiva è stata prorogato di un ulteriore mese i termini utili per presentare le istanze di regolarizzazione, per cui sarà possibile presentare tali domande non più entro il 15 luglio 2020, ma entro il 15 agosto 2020.

Tutte le procedure per la regolarizzazione della manodopera
e tanto altro nella guida sul Decreto Rilancio
acquistabile sull’app di Terra e Vita

Reddito di emergenza fino a fine luglio

Infine una ulteriore proroga è stata prevista per richiedere il Reddito di emergenza, introdotto dal Decreto Rilancio, stabilendo che la scadenza inizialmente stabilita al 30 giugno 2020 è stata prorogata al 31 luglio 2020.

Regolarizzazione, cassa integrazione e reddito di emergenza: un mese di proroga - Ultima modifica: 2020-06-18T01:12:02+02:00 da Lorenzo Tosi

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome