Regolarizzazione: tante domande e richieste

Duemila richieste in due settimane, da tutta Italia e in tutte le lingue. I riscontri del numero verde allestito dalla Flai Cgil mettono in evidenza anche alcune criticità della sanatoria del lavoro irregolare inserito nel decreto rilancio

A dieci giorni dalla istituzione del numero verde per la regolarizzazione dei lavoratori impiegati in agricoltura, attivo dal 1 giugno, dal lunedì al venerdì, la Flai Cgil fornisce alcuni dati sull'iniziativa.

 

 

Mille richieste alla settimana

«In queste due prime settimane sono arrivate oltre 2.000 telefonate all'800-171100. al numero verde ricordiamo che gli utenti trovano un desk multilingue in italiano, inglese, francese, arabo, punjabi e russo. questa scelta si è rivelata sin dal primo giorno un elemento molto utile e apprezzato per la possibilità di avere informazioni direttamente nella propria lingua».

 

 

Da tutte le zone d’Italia

«Da segnalare che quasi il 50% delle telefonate sono state in lingua italiana, a seguire l'inglese, l'arabo ed il punjabi sono le opzioni di lingua selezionate maggiormente. le richieste di informazioni e di chiarimenti sono arrivate da tutte le zone d'Italia».

Un decreto da migliorare

«Tantissime sono le domande o le richieste di spiegazione sulla modalità di accesso al percorso di regolarizzazione, che sono state poste alle operatrici del nostro numero verde. Alcune delle criticità evidenziate sono state da noi assunte negli emendamenti che abbiamo presentato per chiedere un miglioramento del testo».

Tutte le procedure per la regolarizzazione della manodopera irregolare e tanto altro nella guida sul Decreto Rilancio acquistabile sull’app di Terra e Vita

Regolarizzazione: tante domande e richieste - Ultima modifica: 2020-06-15T02:59:08+02:00 da Lorenzo Tosi

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome