Trend economici e fiscali in agricoltura, l’anno che verrà

In un incontro organizzato al Palacongressi di Rimini da “ConsulenzaAgricola.it” alcuni fra i maggiori esperti del settore hanno anticipato quanto ci dobbiamo aspettare nel 2020. Dalla sostenibilità ambientali alle novità fiscali

Come sarà il 2020? Cosa ci dobbiamo aspettare dal punto di vista economico e fiscale? A pochi giorni, se non ore, dall’approvazione della Legge di Bilancio, ConsulenzaAgricola.it ha organizzato il convegno “Novità economico fiscali 2020”.

Luciano Mattarelli

«Anche quest’anno siamo riusciti a proporre un convegno ricco di informazioni importanti e spunti di riflessione, richiamando il pubblico delle grandi occasioni che non ha voluto mancare a un appuntamento unico, caratterizzato dalla presenza dei maggiori esperti italiani in ambito fiscale, normativo ed economico» da detto Luciano Mattarelli, amministratore delegato di ConsulenzaAgricola.it, al termine dell’evento che si è svolto ieri, 18 dicembre, al PalaCongressi di Rimini.

 

 

Di seguito riportiamo una sintesi delle relazioni presentata al convegno.

Agroecologia, foodtech e sicurezza alimentare

Stefano Zamagni

Stefano Zamagni (docente di Economia - Università di Bologna)

Con lo sviluppo tecnologico stanno cambiando in maniera decisamente importante le modalità di produzione e di gestione di tutti i comparti produttivi e il settore agroalimentare non è escluso da tale tendenza.

Restano però molti dilemmi che ruotano attorno alle nuove frontiere dell’agrifood, e diverse sono le strategie che possono essere impiegate per sfruttare le opportunità di crescita offerte dal mondo contemporaneo.

Da tale prospettiva non può essere escluso  il mondo dell’agricoltura, che vanta interessanti prospettive di sviluppo, ma che deve guardare con attenzione anche ai delicati profili dell’ecosostenibilità dei processi e dei prodotti per un futuro migliore.

Crisi d’impresa e indici di allerta

Michele Vietti

Michele Vietti (già Vicepresidente Consiglio Superiore della Magistratura)

Nel corso di quest’anno sono state apportate modifiche strutturali tramite il nuovo Codice della crisi di impresa e dell’insolvenza (dlgs. 14/2019). Tra queste, c’è la necessità di monitorare gli indicatori di carattere reddituale, patrimoniale e finanziario rilevabili attraverso appositi indici.

L’eventuale stato di crisi può sfociare con la richiesta di assistenza all’Organismo di composizione della crisi. Le imprese agricole coinvolte nel percorso del sovra-indebitamento possono usufruire di una procedura particolare cioè il “concordato minore”. Inoltre, sono stati ridotti i limiti di fatturato, attivo e dipendenti per le srl ai fini dell’obbligo della revisione legale.

Modifiche della disciplina penale tributaria

Maurizio Leo

Maurizio Leo (docente Scuola Nazionale dell’Amministrazione)

Il decreto fiscale n. 124/2019 già convertito in legge ha inasprito le sanzioni penali per i reati di natura fiscale. In particolare, in presenza di dichiarazione fraudolenta con utilizzo di fatture false, la pena è elevata da quattro ad otto anni cosicché non è prevista la sospensione condizionale. Il medesimo criterio è stato adottato per altre infrazioni aventi conseguenze penali.

Inoltre, le sanzioni vengono applicate anche alle società mediante la modifica alle legge n. 231/2001. Sotto il profilo fiscale il legislatore elimina per la seconda volta il beneficio della “mini Ires” reintroducendo la tradizionale Ace (Aiuto alla crescita economica). Inoltre viene scoraggiato l’utilizzo di denaro contante ritenendolo uno strumento che facilita l’evasione. Infine, l’iper-ammortamento, in presenza di acquisto di beni strumentali nuovi, viene tramutato in credito di imposta e quindi potrebbero beneficiarne anche i soggetti che non deducono gli ammortamenti fiscali.

Fatturazione elettronica e corrispettivi telematici

Rossella Orlandi

Rossella Orlandi (direttore Agenzia Generale delle Entrate - Emilia-Romagna)

Dopo un anno di fatturazione elettronica, procedura che ha superato con successo l’impatto sia per i contribuenti che per l’Amministrazione Finanziaria, dal 2020 entra a regime l’obbligo della memorizzazione dei corrispettivi e la trasmissione telematica alla Agenzia delle Entrate.

Quindi è previsto, a partire dal 1° luglio 2020, l’avvio del programma sperimentale dell’assistenza fornita direttamente dalla Agenzia delle Entrate che consiste nella predisposizione in bozza della contabilità Iva e delle comunicazioni relative alle liquidazioni periodiche, per passare poi anche alla predisposizione della bozza di dichiarazione annuale Iva.

Contratti d’appalto e riqualificazione energetica

Gian Paolo Tosoni

Gian Paolo Tosoni (Tributarista)

Il legislatore pone l’attenzione sulla stipula di contratti di appalto d’opera quando la fornitura consiste principalmente in manodopera, in ordine all’obbligo del versamento delle ritenute fiscali applicate ai lavoratori dipendenti. I committenti devono operare rigorosi controlli affinché appaltatori e subappaltatori effettuino correttamente i versamenti.

Inoltre, le compensazioni orizzontali di crediti di imposta Irpef, Ires e Irap saranno possibili soltanto dopo aver presentato le relative dichiarazioni e non dall’inizio dell’anno successivo come avviene oggi.

La riqualificazione energetica e il sismabonus vengono accompagnati da un nuovo istituto dello sconto prezzo che consiste nella riduzione del corrispettivo in misura pari alla detrazione fiscale (esempio 65%) che il prestatore recupera poi mediante compensazione con i tributi propri. Analogamente, la procedura prevede anche la cessione del credito.

Sostenibilità ambientale e nuova Pac

Angelo Frascarelli

Angelo Frascarelli (docente Politica Agroalimentare -Università di Perugia)

La sostenibilità ambientale è assolutamente centrale in questo momento tanto da condizionare sia la politica sia il mercato. I cittadini sono sempre più sensibili alla sostenibilità ambientale e chiedono politiche che contrastino il cambiamento climatico e l’impatto ambientale.

I consumatori, tramite le loro scelte di acquisto, si orientano verso prodotti biologici, con basso uso di agrofarmaci o residuo zero, eco-friendly, che perseguono l’obiettivo del rispetto e della cura dell’ambiente, sia inteso come natura che come benessere animale.

Queste tendenze hanno forti implicazioni, per la maggior parte positive, per le imprese agroalimentari italiane La nuova Pac post 2020 è giunta ad una fase cruciale del dibattito e si delineano le direzioni fondamentali: riduzione del budget, pagamenti diretti uniformi, nuovo regime per il clima e l'ambiente, piano strategico nazionale.

La nuova Commissione europea, presieduta da Ursula von der Leyen, entrata in carica il 1° dicembre 2019 per i prossimi cinque anni (2019-2024), ha lanciato il Green New Deal, che avrà un impatto per tutte le imprese, anche agroalimentari.

Novità fiscali in agricoltura

Gian Paolo Tosoni

Nella Legge di Bilancio viene prorogato il regime di esenzione da Irpef dei redditi dei terreni per i coltivatori diretti ed imprenditori agricoli professionali iscritti nella gestione previdenziale agricola.

Inoltre, nel “Decreto Crescita” del 2019, è stata fornita una norma interpretativa sulla esenzione da Imu per i terreni agricoli posseduti dalle società agricole Iap. In materia di Imu, però, vi sono ancora punti controversi in ordine alla esenzione come nel caso dei pensionati e coadiuvanti agricoli.

Inoltre, il contratto di soccida, molto diffuso nel settore avicolo e suinicolo, sta subendo forti critiche dalla politica e incessanti verifiche dalle Agenzia delle Entrate. È opportuno quindi fare il punto sullo stato della giurisprudenza.

Infine, tra le nuove attività agricole connesse si fa strada la produzione di biometano.

 

I temi trattati nel convegno vengono continuamente monitorati e affrontati dalla rivista Terra e Vita. Nelle pagine dedicate a “leggi, lavoro e fisco” i nostri esperti rispondono ai quesiti degli abbonati sui temi più caldi del settore.

Trend economici e fiscali in agricoltura, l’anno che verrà - Ultima modifica: 2019-12-19T11:17:20+00:00 da Alessandro Maresca

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome