Revisione mezzi agricoli: «Il ministero delle Infrastrutture emani l’atteso decreto»

Filippo Gallinella, Presidente della Commissione Agricoltura della Camera dei Deputati
Lo chiede con forza Filippo Gallinella, che ha guidato a Eima una delegazione della Commissione agricoltura alla Camera che presiede. «Le risorse del Pnrr saranno utili per il rinnovo del parco macchine, ma non bastano per portare più sicurezza e più sostenibilità nella meccanizzazione»

«La sicurezza sul lavoro deve essere una prerogativa della politica ma, per migliorare gli standard, è necessario che alle norme venga affiancata una adeguata e costante formazione».

Il Pnrr non basta

«L’iniezione di risorse del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR) sarà determinante per innovare l’attuale parco macchine sostituendo le più obsolete e, pertanto, più insicure e inquinanti ma non sarà certamente sufficiente per raggiungere il traguardo».

Obiettivo sicurezza nel lavoro agricolo

Lo ha dichiarato il deputato Filippo Gallinella (M5S), presidente della commissione Agricoltura, al convegno “Obiettivi e priorità del nuovo Piano Nazionale della Prevenzione” organizzato dall’Inail presso EIMA International, la rassegna mondiale delle macchine e delle attrezzature per l'agricoltura e il giardinaggio e la relativa componentistica in corso di svolgimento a Bologna.

Sette anni sono troppi

«Sono trascorsi oltre sette anni da quando il legislatore ha deciso di introdurre la revisione dei mezzi agricoli - ha aggiunto Gallinella -. Da allora, però, il decreto attuativo non ha ancora visto la luce e ciò non è più procrastinabile. La parte tecnica, propedeutica alla stesura della norma, mi risulta conclusa e quindi attendo che il Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibile proceda velocemente all’emanazione perché il numero non trascurabile di decessi in agricoltura dipende anche da questo. Infine, è necessario rafforzare l’Inail affinché si aumentino i controlli».


Gagnarli (M5S): «Nel Pnrr 500 milioni per rinnovamento parco macchine»

Chiara Gagnarli

Il Presidente Filippo Gallinella ha guidato oggi a Eima la visita di una delegazione della Commissione Agricoltura della Camera dei Deputati composta da un esponente per ogni gruppo parlamentare. «Il futuro dell'agricoltura - ha affermato Chiara Gagnarli, capogruppo M5s in Commissione - passa dalla meccanizzazione e dall'ammodernamento tecnologico dei macchinari, settori che vedono le aziende costruttrici italiane leader nel mondo».

«Per questo – ha ricordato- nel Pnrr abbiamo stanziato 500 milioni di euro che serviranno a rinnovare il parco automezzi abbattendo le emissioni, a introdurre tecniche di agricoltura di precisione e a riammodernare i processi di trasformazione dell'olio di oliva».

«Questi investimenti ci permetteranno sia di rendere l’agricoltura italiana ancor più sostenibile, grazie a un uso più sapiente di agrofarmaci e di risorse preziose come l’acqua, sia di migliorare l’impatto ambientale delle nostre produzioni agricole. Sostituendo i mezzi più vetusti potremo ridurre le emissioni sino al 95% rispetto a quelle attuali, visto che il parco macchine è costituito per l’80% da veicoli Euro 1».

Revisione mezzi agricoli: «Il ministero delle Infrastrutture emani l’atteso decreto» - Ultima modifica: 2021-10-21T20:54:32+02:00 da Lorenzo Tosi

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome