Home Ortofrutta Quattro aziende italiane in finale per il Fruit Logistica Innovation Award 2019

    Quattro aziende italiane in finale per il Fruit Logistica Innovation Award 2019

    Jingold Italia, Hortech, Roter Italia e Cti Food Tech sono in nomination per l’Innovation award di Fruit Logistica 2019, la kermesse internazionale berlinese in programma dal 6 all'8 febbraio 2019

    L'Oscar per l’innovazione di Fruit Logistica 2018 assegnato a Pook Coconut Chips dell'azienda tedesca PookSpaFoods
    I finalisti sono stati scelti da una giuria di esperti, ma il premio sarà deciso dai voti dei visitatori nei primi due giorni della fiera

    Sono italiane 4  delle 10 aziende che sono arrivate in finale per l’Innovation award di Fruit Logistica  2019 (Flia), la kermesse internazionale dell’ortofrutta, in programma a Berlino dal 6 all’8 febbraio 2019. Le 10 aziende sono state scelte da una giuria di esperti su 70 che si sono complessivamente candidate, ma a decretare la vincitrice saranno i visitatori nelle prime due giornate della fiera.

    Saranno proprio gli oltre 77mila visitatori provenienti da oltre 130 Paesi che potranno decretare  il 6 e 7 febbraio 2019  l’Innovation of the Year. La vetrina dei 10 finalisti sarà allestita nel passaggio tra i padiglioni 20 e 21. Ed è sempre in questa location che il venerdì 8 febbraio 2019, alle ore 14.30, verranno annunciati i vincitori.

    Madlen Miserius

    “Il Flia è  il premio più importante del settore ortofrutticolo. Saranno sotto i riflettori – ha spiegato Madlen Miserius, senior product manager di Fruit Logistica – nuovi prodotti, servizi o soluzioni tecniche che daranno un nuovo impulso all’intera industria del commercio ortofrutticolo, dalla produzione al punto di vendita.”

    Nell'edizione 2018 aveva vinto l'oscar dell'innovazione a Fruit Logistica “Pook Coconut Chips” il prodotto realizzato da PookSpaFoods, una start up tedesca nata nel 2016:  patatine croccanti preparate con cocco thailandese senza olio o grasso, disponibili con sale marino, sale marino al mango e sale marino al cioccolato.

    Ecco le novità presentate dalle 4 aziende italiane arrivate in finale quest'anno:

     

    “Avocado Pitter 300-AVC”, CTI Food Tech, Italia

    Una macchina brevettata per rimuovere il nocciolo dell’avocado. Trasporta fino a 300 frutti di avocado al minuto in un serbatoio speciale dove il frutto viene posizionato verticalmente. Un perno tiene il nocciolo ed il frutto viene tagliato a metà.

    „Modula“, Roter Italia

    Una macchina seminatrice elettronica, in cui elementi di piercing flessibili inseriscono il seme. Posiziona la quantità ottimale di semi nelle tracce del terreno. Questo standard di semina è adattato a diverse culture. L’attivazione o la disattivazione avviene direttamente da display.

    “Oriental Red® – Red Kiwifruit”, Jingold

    Originariamente dalla Cina, il kiwi rosso Dong-Hong ha proprietà organolettiche uniche ed un’eccellente durata. La loro dolcezza con 20 a 21 gradi Brix e il retrogusto esotico tropicale sono molto apprezzati.

    “Slide Valeriana Eco”, Hortech

    Una raccoglitrice elettrica per la valeriana con uno speciale sistema di trasporto a pettine per l’ottimizzazione del trasporto. Un raggio di sterzata di 75 gradi garantisce la massima qualità di taglio. Motori asincroni, alimentazione ed accumulo di carica parlano di sostenibilità ecologica.

     

     

    Quattro aziende italiane in finale per il Fruit Logistica Innovation Award 2019 - Ultima modifica: 2019-01-07T21:24:28+01:00 da Francesca Baccino

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento
    Per favore inserisci il tuo nome

    Dalla stessa categoria

    Covid-19,  servono nuovi contratti a termine per rispondere ai picchi di...

    La proposta viene da Assobio. Il presidente Roberto Zanoni ribadisce l’importanza di pagamenti giusti e puntuali verso gli operatori agricoli. Il biologico accende la speranza
    polizze

    Polizze, è il momento di scegliere come tutelare i raccolti

    Struttura, contributi e scadenze del Piano di gestione dei rischi in agricoltura 2020. Tra le novità di quest'anno la possibilità di sottoscrivere contratti di copertura pluriennali
    mais

    Mais, la filiera si unisce per rilanciare la coltivazione

    Firmato un Accordo quadro per il mais da granella di filiera italiana certificata. L'intesa varrà per il triennio 2020-2022
    basilicata

    Basilicata, dalla Regione 200mila euro per la zootecnia da latte

    Sostegno alle stalle colpite dal calo dei ritiri di latte per via dell'emergenza coronavirus. La Regione sta per pubblicare anche una serie di bandi per un aiuto strutturale al comparto zootecnico

    Xylella, le misure per coronavirus non devono frenare controllo vettore

    Il sottosegretario alle Politiche agricole Giuseppe L’Abbate auspica che l’epidemia di Covid-19 non fermi il controllo della diffusione della sputacchina media
    css.php