Gelate, in Piemonte aperto un bando con 1,5 milioni per impianti antibrina

gelate
Contributi del 50% delle spese sostenute dalle aziende agricole. Domande fino al 15 marzo 2022

La Regione Piemonte ha aperto un bando per sostenere gli agricoltori per la realizzazione e l’acquisto di impianti di protezione dalle gelate, con una dotazione finanziaria di 1,5 milioni di euro assegnati sul bando 2021 della misura 5.1.2 del Psr. Il bando permette di richiedere contributi per l’acquisto e messa in opera di ventilatori e bruciatori con funzione antibrina.

Ogni beneficiario può presentate più domande di aiuto, una per ogni intervento riferito a una specifica coltivazione già in essere al momento della presentazione della domanda, e può ricevere un sostegno pari al 50% del costo dell’investimento ammissibile per ciascun impianto. Le domande potranno essere presentate fino alla mezzanotte del 15 marzo 2022. Possono presentare richiesta di contributo gli agricoltori in attività in base all’articolo 9 del Reg. Ue n. 1307/2013, sia persone fisiche che persone giuridiche, singoli o associati.

Scarica il bando

Necessario difendere le produzioni

«A seguito delle gelate anomale che hanno colpito l’agricoltura piemontese nella primavera 2021, causando danni in particolare a vigneti e frutteti, è opportuno che le aziende agricole si dotino di sistemi di prevenzione come in questo caso gli impianti antigelo affinché in futuro possano difendere le colture – ha detto l’assessore all’Agricoltura Marco Protopapa –. Impianti che vanno ad aggiungersi alle reti antigrandine, considerando che a causa del cambiamento climatico questi fenomeni atmosferici si presenteranno con maggiore frequenza».

Gelate, in Piemonte aperto un bando con 1,5 milioni per impianti antibrina - Ultima modifica: 2021-10-21T19:01:50+02:00 da Terra e Vita

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome