Emilia-Romagna campione di spesa Psr, la Dg Agri plaude

psr
Già erogati 843 milioni, il 72% della dotazione totale del Programma 2014-2020. Confcooperative e Legacoop soddisfatte per i 160 milioni destinati alle aziende agricole nel biennio 2021-2022

La Regione Emilia-Romagna è campione di spesa dei fondi Psr, tanto da meritare il plauso della Direzione generale Agri della Commissione europea. Dagli inizi della programmazione a oggi i pagamenti erogati in termini di spesa pubblica hanno superato gli 843 milioni di euro, il 72% della disponibilità complessiva del Piano di sviluppo rurale 2014-2020, che in Emilia-Romagna ammonta a un miliardo e 170 milioni di euro.

«Un risultato ottenuto in un anno particolarmente difficile causa la pandemia in corso – ha detto l'assessore regionale all'Agricoltura Alessio Mammi – che ha comportato il ricorso a misure straordinarie di adeguamento dei procedimenti e in alcuni casi anche allo slittamento delle date di chiusura dei progetti. È fondamentale spendere tutte le risorse che la Commissione europea mette a disposizione delle imprese agricole e spenderle bene – ha aggiunto Mammi – e l'Emilia-Romagna consegue di nuovo questo obiettivo con 10 mesi di anticipo sulle scadenze, lavorando per stimolare la competitività del nostro settore
agricolo e agroalimentare».

 

 

Psr
Alessio Mammi

Confcoperative e Legacoop: bene impegno assessore

E quasi in contemporanea per la Regione è arrivata anche la nota di merito da parte di Confcooperative FedAgriPesca Emilia-Romagna e Legacoop Agroalimentare Nord Italia per aver destinato oltre 160 milioni di euro alle aziende agricole e agroalimentari con il Psr 2021-2022. In una nota congiunta le due associazioni esprimono l’apprezzamento per l’impegno dell’assessore regionale Mammi.

Da qualche mese all’interno della Consulta Agricola Regionale - sottolineano le centrali cooperative - è iniziata la discussione in merito alla definizione delle priorità strategiche e all’utilizzo delle risorse per il Psr relativo al biennio in transizione 2021-2022. In un contesto socio-economico difficile come quello attuale, l’assessorato regionale ha saputo ascoltare, comprendere e comporre le istanze e i contributi proposti dalle diverse rappresentanze del settore agroalimentare regionale.

«Come Alleanza delle Cooperative esprimiamo un forte apprezzamento nei confronti dell’assessore Mammi per aver accolto la nostra proposta di mettere al centro dell’attenzione gli investimenti alle imprese agricole e agroalimentari, destinando oltre 160 milioni di euro per il prossimo biennio – sottolinea il presidente di Confcooperative FedAgriPesca Emilia Romagna Carlo Piccinini – risorse che saranno necessarie per cogliere appieno la prossima ripresa economica e accrescere la competitività e la sostenibilità delle nostre filiere imprenditoriali».

«Ringraziamo per l’importante lavoro fatto in questo senso dall’assessore Alessio Mammi  –chiosa il presidente di Legacoop Agroalimentare Nord Italia, Cristian Maretti – e auspichiamo che, con il contributo e la mediazione del presidente della Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome, Stefano Bonaccini, si possa raggiungere in breve tempo ad un accordo unanime fra le diverse Regioni».

Emilia-Romagna campione di spesa Psr, la Dg Agri plaude - Ultima modifica: 2021-03-10T18:45:28+01:00 da Simone Martarello

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome