Transizione Pac, corsa contro il tempo a Bruxelles

europarlamento pac post 2020
Europarlamento
La Commissione scarica i propri ritardi sull'EuroParlamento chiedendo l'approvazione del regolamento che dovrebbe portare alla nuova Pac con "flessibilità" entro fine anno. Ma la Commissione agricoltura denuncia la complessità di una transizione senza conoscenza del quadro finanziario. Sul tavolo il nuovo documento preparato dalla presidenza finlandese che ha ridimensionato la forchetta del taglio

Nei giorni scorsi si è tenuta la riunione della Comagri. L'ordine del giorno della riunione della Commissione Agricoltura e Sviluppo rurale del Parlamento Europeo, presieduta dal tedesco Norbert Lins (PPE), é stato occupato principalmente da due punti:

Norbert Lins

il primo relativo allo scambio di opinioni con i rappresentanti delle Commissioni Agricoltura, Concorrenza e Commercio sulle prospettive a lungo termine per il settore delle carni bovine europee alla luce del trend del consumo e dei nuovi accordi con i Paesi Terzi produttori; il secondo riferito alla presentazione da parte della DG AGRI della Commissione Europea del tanto atteso "pacchetto" di misure per assicurare la transizione e la continuità del sostegno della PAC agli agricoltori nel 2021 (leggi qui e qui).

Primo passo: flessibiltà

L'attuale stato del processo legislativo per la riforma della PAC rende impossibile prevedere un inizio dei Piani Strategici prima del 1 gennaio 2021, pertanto la Commissione, con il suddetto pacchetto, intende traghettare gli agricoltori verso l'applicazione della riforma sulla base delle regole attuali.
Il primo regolamento, cosiddetto della "flessibilità", prevede l'obiettivo di dare continuità finanziaria per l'anno 2020, attraverso appunto una maggiore flessibilità tra i pilastri, in particolare dallo sviluppo rurale ai pagamenti diretti, e dovrebbe permettere, pertanto, un migliore utilizzo delle risorse disponibili ed una transizione soft, senza interruzioni verso la PAC riformata.

Secondo step: transizione

La Commissione ne chiede l'adozione con procedura semplificata entro la fine del corrente anno. Il secondo regolamento, cosiddetto "Transitorio", dovrebbe permettere l'uso delle risorse a valere sul nuovo quadro finanziario con le regole dell'attuale PAC, affinché si possa arrivare in maniera più consapevole all'approvazione della riforma. La Commissione auspica il completamento del processo decisionale di quest'ultimo prima dell'estate del 2020 e la definizione di un periodo transitorio non superiore ad un anno.

La Commissione é stata criticata per il ritardo con il quale ha presentato la proposta necessaria a gestire la transizione tra i due periodi e per la richiesta di una rapida approvazione dei due regolamenti, imponendo, di fatto al Parlamento di recuperare il tempo perso dall'Esecutivo. I membri della COMAGRI hanno inoltre sottolineato la complessità del processo di approvazione di questo pacchetto legislativo senza conoscere la dotazione finanziaria del settore agricolo per il prossimo periodo di programmazione, tuttora in discussione sulla base di una proposta che implica una seria decurtazione sia del primo che del secondo pilastro.

La correzione finlandese

Antti Rinne, presidente di turno del Consiglio d'Europa

Il quadro finanziario é infatti tuttora oggetto di esame la decisione non arriverà quest'anno. I tagli di cui si parla sugli organi di informazioni sono quelli ipotizzati nella proposta presentata un anno fa e tuttora oggetto di dibattito. L'ultimo documento di lavoro presentava una correzione da parte della Presidenza Finlandese cercando di equilibrare la forchetta del taglio. I tempi di definizione appaiono lunghi, ma c'è necessità di non lasciare gli imprenditori agricoli senza una politica di riferimento.

Le riunioni della COMAGRI possono essere seguite in streaming all'indirizzo: https://www.europarl.europa.eu/ep-live/nl/committees/schedule?start-date=04-11-2019&end-date=18-11-2019&committee=AGRI

Transizione Pac, corsa contro il tempo a Bruxelles - Ultima modifica: 2019-11-12T00:01:30+00:00 da Lorenzo Tosi

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome