Bovini in rialzo, tutti gli altri prodotti tengono le posizioni

bovini
Prezzi in aumento per vitelloni maschi, femmine e vacche, a causa di una domanda non adeguatamente soddisfatta dall'offerta. Un trend che dovrebbe confermarsi nelle prossime settimane

Caseari, i listini tengono le posizioni

Settimana all’insegna della tenuta dei listini per il Grana Padano Dop, confermando così un trend di totale stabilità nelle quotazioni su tutte le piazze e per tutte le varietà in un contesto di mercato definito nella norma. Anche il Parmigiano Reggiano Dop in questa settimana mantiene le stesse quotazioni della precedente ottava su tutte le piazze per la varietà 12 mesi, mentre le stagionature più elevate riescono ad aggiungere qualche centesimo sulle piazze di Modena e Reggio Emilia, con gli scambi definiti buoni dalla maggior parte degli operatori.

Per ciò che concerne le materie grasse e i burri gli scambi si mantengono calmi, con i listini in calo per lo zangolato (-3,17% var. cong.) registrati su tutte le piazze dai 3 ai 7 centesimi al chilo. Coinvolti nei ribassi anche il burro Cee (3,80 euro/kg) sia a Milano che a Mantova e il Pastorizzato a Cremona che chiude le contrattazioni a 3,10 euro/kg (-3,13% var. cong.) Prosegue l’andamento inflattivo dei prezzi del latte spot sia sulla piazza di Verona (39,00 euro al quintale) che sulla piazza di Lodi (37,5 euro al quintale).

 

 

Bovini, domanda "pressante" e prezzi in rialzo

Per i bovini da macello, nel corso della settimana si sono rilevati aumenti per vitelloni maschi, femmine e vacche. Per quest’ultime l’offerta non appare adeguata alle richieste in aumento e se la tendenza delle richieste si manterrà su questi livelli potranno verificarsi ulteriori incrementi anche nelle prossime settimane. Per le carni i prezzi seguono gli aumenti del vivo, con una maggiore tenuta dei tagli posteriori, e mezzene, in linea con i consumi del periodo. mentre risultano meno richiesti i tagli anteriori. Sul fronte dell’allevamento proseguono nei recuperi i baliotti (+1,3% var. cong.) grazie agli incrementi dei pezzati neri e gli incroci. In consolidamento anche i listini dei ristalli sia maschi che femmine.

Suini, mercato in equilibrio

L’intonazione del mercato dei suini da macello è volta stabilmente alla conferma dei listini con un’offerta e una domanda in sostanziale equilibrio. Relativamente al mercato all’ingrosso si registra un calo per i tagli destinati al consumo, mentre per quelli destinati all’industria si rileva una complessiva stabilità. Per quanto riguarda i suinetti da allevamento risultano in calo le pezzature più piccole che a causa del caldo accusano delle difficoltà di crescita, mentre quelle più pesanti risultano confermate rispetto alla scorsa settimana.

Olio, lieve rialzo per il lampante

L’ultima settimana di giugno non ha evidenziato variazioni tra i listini medi all’origine per l’olio extravergine di oliva nazionale che permane a 4,53 euro al chilo. Anche l’olio vergine non evidenzia variazioni e resta costante a 2,86 euro al chilo.

Lieve incremento, invece, per il lampante di oliva le cui quotazioni medie si non attestate a 2,46 euro al chilo grazie all’incremento registrato sulle piazze calabresi.

Sul mercato all’ingrosso lieve flessione per il raffinato di oliva che si è portato a 3,15 euro al chilo rispetto ai 3,17 di sette giorni fa. Stabili i valori registrati per l’olio raffinato di sansa. Sostanziale tenuta dei listini degli oli di semi monitorati.

Vino, prezzi confermati

Nessuna variazione rilevante sulle quotazioni medie dei vini comuni nazionali all’origine. I bianchi restano costanti a 3,61 euro l’ettogrado e i rossi si confermano a 4,12 euro l’ettogrado

Un lieve incremento si registra per la seconda settimana consecutiva sull’indicazione geografica Toscana sangiovese che si attesta a 7,15 euro l’ettogrado.

 I prezzi dei prodotti agricoli del 28 giugno 2021
sono disponibili per tutti i nostri abbonati nell’area riservata

Bovini in rialzo, tutti gli altri prodotti tengono le posizioni - Ultima modifica: 2021-06-30T17:18:37+02:00 da Terra e Vita

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome