Cereali. Prezzi nazionali 19 gennaio

prezzi dei cereali frumento tenero 18 gennaio 2018 terra e vita

Terra e VitaFRUMENTO TENERO

Resta la pressione depressiva per i grani di forza, che sì hanno eccellenza qualitativa ma restano molto offerti a fronte sia di una domanda che ha già un elevato grado di copertura che della concorrenza dalle origini Centro Europa. I “bianchi” quasi introvabili, mentre per i “misti” (sempre più comunitari ed esteri) il mercato è ben tenuto con quotazioni che non cedono terreno sia sul pronto che fino a nuova campagna. In presenza di ampia offerta di grani superiori e di forza i “tipo Bologna” cede un 3 €/t per un arrivo sotto i 220 €/t (-4), i “bianchi” invariati a 200-203 €/t e i “misti” invariati ma ben tenuti a ridosso dei 200 €/t; comunitari di forza a 222 €/t (-3) arrivo e “spring” in calo sui 267 €/t (-5) per effetto valutario reso Ager Bologna.

 

prezzi dei cereali frumento tenero 18 gennaio 2018 terra e vita

Terra e VitaFRUMENTO DURO

Non cambia lo scenario di un mercato “normalmente” dinamico ma statico nelle quotazioni. L’offerta di prodotto con alta qualità resta ben presente e gli operatori sono più alla ricerca del prodotto “generico” a buon prezzo che di allungare le scorte. Con semine stimate almeno ai livelli del 2016 ed un andamento colturale finora positivo, le prospettive di mercato si confermano senza tensioni o incognite con domanda statica e offerta che non preme, pronta a riportare a nuovo parte degli stock (con caratteristiche) ancora invenduti. Prezzi invariati al Sud con il “tipo Fino con 13% proteina” sui 230 €/t reso Foggia; al Centro Nord permane più tono con Bologna che quota un più 1 €/t a compensare il più 4 €/t su Milano per un Fino arrivo a 235-250 €/t base tenore proteico; mercantili a sconto di 10-18 €/t.

 

prezzi dei cereali mais 19 gennaio 2018 terra e vita

 

Terra e VitaMAIS

La presenza di prodotto disponibile sui porti e l’offerta di comunitario sul Nord Italia conserva il sentimento di un mercato senza dinamismo, anche per la domanda che è coperta e valuta alternative di “dieta” con più cereali a paglia. La disponibilità eccede la domanda e questo si ripercuote sulle quotazioni che a Bologna e Milano cedono un 1-2 €/t nonostante il prodotto locale sia più competitivo in prezzo dell’origine comunitaria. Il nazionale “generico” stabile a 176 €/t arrivo, in linea con l’estero e quello “con caratteristiche” a 179 €/t; pressoché invariati i comunitari “con caratteristiche” tra i 177 €/t e i 186 €/t (-1).

 

prezzi dei cereali foraggere e oleaginose 19 gennaio 2018 e vita

Terra e Vita CEREALI FORAGGERI E OLEAGINOSE

Cereali foraggeri: in sintonia con il comparto alimentare anche il zootecnico non fa registrare variazioni. Dal sorgo bianco fino all’orzo ed al tenero le quotazioni si confermano in un clima commerciale con scambi occasionali e di completamento. Il sorgo bianco e gli orzi pesanti valgono un 180 €/t arrivo, con i teneri (comunitari o esteri) a 192 €/t.

Oleaginose: ulteriore lieve flessione di 2-4 €/t della soia nazionale con l’estera in calo a Milano ed invariata a Bologna. Il contesto mondiale non è cambiato e le borse si allineano per un prezzo della soia di importazione a 358-362 €/t (inv) arrivo e la nazionale partenza a 365-370 €/t (-2).

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome