Cereali. Prezzi nazionali e mondiali (13 – 19 gennaio)

prezzi
Frumento tenero. Frumento duro. Mais. Cereali foraggeri e oleaginose

Frumento tenero   

Freccia_VerdeITALIA

settimana all’insegna dell’adeguamento dei prezzi alla luce dell’evoluzione delle quotazioni dei rimpiazzi comunitari ed esteri, ma non si registra un’edeguato incremento degli scambi a supporto di tali adeguamenti. I molini restano parzialmente coperti, ma attendisti in assenza di “veri” segnali rialzisti e l’offerta è puntuale. Sulle mercuriali si nota stabilità per i grani di forza, con aumenti dei “bianchi” e dei “misti” sull’Ager ad allinearsi alla Granaria di Milano. Il misto rosso arrivo vale un 190 €/t (+3), i “bianchi” sui 193 €/t (+3) mentre i rossi di forza sono stabili a 233-235 €/t arrivo. Attesa volatilità su comunitari ed esteri, per ora invariati.

Frumento duro

PREZZI

 

freccia_ugualeITALIA

torna a quotare Foggia con le piazze del Centro-Nord invariate. L’attività è ridotta al lumicino con la domanda poco propensa a completare le coperture del breve termine salvo pagare prezzi bassi a compensare i contratti in esecuzione (definiti nell’autunno 2016). L’offerta trova qualche interesse dalla domanda portuale, ma prevale il sentimento di stagnazione. Torna l’offerta di prodotto extra-EU che potrebbe in parte essere in “transito”, miscelato al grano Italia, sul Nord Africa. Il “Fino con 13% proteina” vale da Nord a Sud 230-235 €/t arrivo, il “Fino generico” resta a sconto di un 10 euro/t con i Mercantili poco sui 200-205 €/t; esteri proteici sotto pressione per assenza di domanda sul prontissimo.

Mais

prezzi

freccia_ugualeITALIA

poco o nulla da segnale in un contesto ove la domanda dal settore zootecnico è presente ma incostante e atona, stante quotazioni che, rispetto ai cereali a paglia, non indicono alcun cambiamento nelle miscele. L’offerta di prodotto locale, comunitario ed estero è sufficiente, e la lieve ripresa dei prezzi per il nazionale (+1 €/t) al Nord sembra più un aggiustamento che una tendenza: il mais “con caratteristiche” quota poco sopra i 180 €/t con il “generico” a sconto di un 3-6 €/t; le origini comunitarie valgono un 182-185 €/t e l’extra-EU un 188-193 €/t.

Cereali foraggeri e oleaginose

prezzi

Freccia_VerdeITALIA

Cereali Foraggieri: le quotazioni di grano, orzo e sorgo si equivalgono a livello del valore “mangimistico” e questo crea una situazione di “invariato” negli utilizzi. I teneri “ogni origine” sono tenuti e valgono un 185 €/t (+3) con gli orzi nostrani oltre i 170 €/t (+2) arrivo; il sorgo recupera un 3 €/t e quota oltre 175 €/t arrivo. Oleaginose: i prezzi recepiscono le tensioni internazionali ed il ritorno degli speculatori. La soia nazionale arrivo oltre i 405 €/t (+10) e l’estera sui 425 €/t (+13).

 

Il commento completo sui prezzi europei e mondiali su Terra e Vita 4/2017 L’Edicola di Terra e Vita

prezzi

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome