Cereali, rialzi per tutte le tipologie. Solo il duro resta stabile

cereali
Settimana con rialzi generalizzati per i principali cereali. Bene soprattutto grano tenero e mais. Vivaci anche i foraggieri e le oleaginose

dati delle tendenze del mercato del grano tenero del 16 gennaio 2020

Grano teneroTerra e Vita

Sulle piazze si registrano rincari su tutte le classi, sull’onda del ritorno della domanda e del trend rialzista Comunitario ed estero. Le coperture dei molini si confermano essere disomogenee e questo garantisce continuità di scambio settimanale, anche se a regime ridotto, per i grani di forza nostrani; più sostenuto il mercato dei “misti” da ogni origine sorretti dai Comunitari. Il “tipo Bologna” vale arrivo 226-228 €/t con i panificabili superiori attorno ai 213-220 €/t (+2-3) e i “misti” a 205-208 €/t (+3). Comunitari panificabili di forza, e origine Mar Nero + 2-4 €/t e “spring” USA/Canada +3 €/t su Milano con l’Ager invariata.

 

dati delle tendenze del mercato del grano duro del 16 gennaio 2020

Grano duroterra e vita

Settimana con pochi scambi e l’attività di acquisto da parte dei molini è limitata al completamento del fabbisogno sul pronto. La disponibilità di prodotto, ormai limitata al tipo “Fino”, resta buona ed eccedente rispetto alla domanda da settimane non più pressante; questo congela le quotazioni nonostante i segnali Europei ed esteri restino supportivi. Al Nord si seminerà ancora per qualche settimana a conferma di superfici attese in aumento sul 2018/19. In presenza di scarsa offerta dei “mercantili” nostrani, gli operatori orientano l’interesse sul tipo Fino che da Nord a Sud (Milano e Foggia) si mantiene rispettivamente tra i 275 €/t e i 290 €/t arrivo molino; mercantili a sconto di 5-15 €/t.

 

dati delle tendenze del mercato del mais del 16 gennaio 2020MaisTerra e Vita

In uno scenario commerciale dove il prodotto locale deve competere con le origini opzionali (Europa ed estero) e ne subisce appieno le tendenze di prezzo, si registra un ulteriore lieve incremento delle quotazioni a sottolineare il maggiore interesse da parte dei mangimifici. Scambi nella media con qualche maggiore interesse. L’origine Italia recupera 1 €/t a Bologna e 2 €/t a Milano: il mais “con caratteristiche” reso Nord sui 178-179 €/t, il “generico” a sconto di un 4-5 €/t, Comunitari e origine Ucraina a premio di 3-7 €/t.

 

dati delle tendenze del mercato dei cereali foraggeri e oleaginose del 16 gennaio 2020Cereali foraggieri e oleaginoseTerra e Vita

Cereali foraggieri: si mantiene il tono di mercato per gli orzi che salgono di 2-3 €/t a poco meno di 180 €/t arrivo; stabile il sorgo e teneri che si rafforzano di 2-5 €/t ormai oltre i 200-210 €/t. Oleaginose: la soia fa registrare aumenti dai 3 €/t di Bologna ai 5 €/t di Milano, sospinta dal mutato scenario internazionale post accordi Usa-Cina; la nazionale vale 365-370 €/t con l’estera a premio di 3-10 €/t.

Cereali, rialzi per tutte le tipologie. Solo il duro resta stabile - Ultima modifica: 2020-01-18T14:34:17+01:00 da Terra e Vita

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome